Notizie

Ci siamo: venerdi 7 agosto sarà sciopero dei mezzi pubblici

L’agitazione, rinviata lo scorso mese in piena emergenza trasporti, sarà riproposta in versione ridotta, con una serrata di sole quattro ore. Intanto prosegue il restyling delle linee da parte di Atac



Image titleSettimana con uno sciopero all’orizzonte ma anche con significativi cambiamenti per il trasporto pubblico della Capitale, dopo un lieve attenuamento dei disagi conseguenti all’ondata di scioperi bianchi dello scorso mese (i quali, com’è noto, hanno lasciato dietro di sé perfino un rimpasto della giunta comunale).
Lo sciopero di venerdi prossimo. Anzitutto va segnalata l’agitazione nell’ambito dei mezzi pubblici che il 7 agosto investirà la Città eterna, promossa dal sindacato Usb per Atac e dai sindacati Confederali per  Roma Tpl: non uno sciopero di ventiquattr’ore ma una meno impegnativa serrata mattutita, che si svolgerà tra le ore 8,30 e le 12,30. Tale serrata però rischierà di avere potenziali ripercussioni nella mobilità, attraverso cancellazioni di corse oppure stop del servizio che potrebbero investire bus, filobus, tram, metropolitane nonché le ferrovie Roma-Lido, Roma-Nord e Termini-Centocelle. Per quanto concerne il servizio della metropolitana e delle ferrovie, se vi sarà un’adesione allo sciopero da parte del personale addetto, tanto le scale mobili quanto gli ascensori saranno disattivati. Per la metro, nel caso di una interruzione, al termine della protesta potrebbero essere necessari fino a novanta minuti per ritornare ad una piena fruizione del servizio. Regolare invece il servizio delle reti Cotral e delle Ferrovie dello Stato. 
Novità sulla Termini-Giardinetti. Dicevamo poc’anzi della linea Centocelle Giardinetti. Ebbene si, c’è una novità: la storica, da lunedi 3 agosto ha dismesso la tratta che da Centocelle giunge a Giardinetti. Dunque, da ora in avanti la linea attuale partirà da da Termini in direzione Centocelle e viceversa, in vista di un nuovo capolinea della ferrovia, in via di realizzazione presso la stazione Parco di Centocelle, tale da connettere la linea stessa alla metro C, in corrispondenza con l’incrocio tra via Casilina e viale Palmiro Togliatti. Spariscono così le fermate alle stazioni di Togliatti, Grano, Alessandrino, Torre Spaccata, Torre Maura, Tobagi e Giardinetti al posto delle quali, in alternativa alla metro, è possibile prendere l’autobus linea 106 che fa servizio tra Grotte Celoni a Parco di Centocelle, nonché le 213, 313 e 450.
Novità per linee metro e autobus. Anche le linee sotterranee in questo periodo vedranno approssimarsi una serie di novità: i lavori di rinnovo dell’infrastruttura continueranno a contemplare l’ultima corsa entro le ore 21,30 dalla domenica al venerdi', per essere sostituito dalle linee autobus MA1 ed MA2 (che passano nei pressi delle principali stazioni chiuse, eccetto Spagna). La novità sta nel fatto che al sabato, la linea A torna al vecchio orario di servizio, ossia dalle 5.30 del mattino all'1.30 di notte, pur lasciando invariato l'orario dei parcheggi di interscambio presso la metro A. Sempre dallo scorso lunedi sono stati prolungati i percorsi delle linee autobus 544 e 548 le quali, partendo rispettivamente dai capolinea di via Bressanone e della stazione Tiburtina la 548, garantiranno come sempre lo scambio con la metro B (Monti Tiburtini), con la FL2 (Serenissima), con i tram presso Tor de' Schiavi e con la fermata Gardenie della linea C. Su viale della Primavera la linea 544 proseguira' sulla Casilina fino al nuovo capolinea, ubicato nelle vicinanze della stazione Parco di Centocelle – Metro C – consentendo cosi' lo scambio con la ferrovia Termini-Centocelle. La 548 intanto, raggiungera' anche la fermata Mirti della metro C raggiungendo la stazione Subaugusta della metro A, quale nuovo capolinea. Sia la 544 che la 548 presteranno servizio fino alle 22.30.