Notizie

Ciampino, serie di iniziative per i 40 anni dalla morte di Pasolini

Il Comune si appresta a ricordare il “suo” professore, Pier Paolo Pasolini, insegnante alla Scuola Media Parificata “Francesco Petrarca”



Image titleNel 40° dalla morte, con una lunga serie di iniziative, il Comune di Ciampino si appresta a ricordare il “suo” professore, Pier Paolo Pasolini, insegnante alla Scuola Media Parificata “Francesco Petrarca” di Ciampino dal 1951 al 1955. Nel ricco programma, ideato ed organizzato dall'Archivio Pasolini del Comune di Ciampino, si va dal Convegno Nazionale “Pasolini Professore e Maestro”, cui parteciperanno esperti da tutta Italia, incentrato sull'esperienza pedagogica di Pasolini, a Ciampino ed altrove, per passare alla Rassegna Cinematografica, organizzata in collaborazione con la Casa del Cinema del Comune di Roma, “Pasolini/Cerami: il professore e l'allievo”, ciclo che analizzerà alcuni dei film più importanti di Pasolini e del suo allievo a Ciampino Vincenzo Cerami. Momento centrale delle manifestazioni in programma sarà proprio il giorno 2 novembre - ricorrenza della morte - che, tra proiezioni ed ascolti collettivi della voce recitante di Pasolini, vedrà lo svolgersi di una suggestiva “passeggiata nella memoria”, dalla Biblioteca di Ciampino fino al luogo in via Pignatelli ove sorgeva Scuola Media Parificata “Francesco Petrarca”: alla camminata parteciperanno ex allievi di Pasolini a Ciampino e chiunque altro voglia aggiungersi. Giunti sul luogo ognuno potrà lasciare un fiore, scrivere un messaggio, lasciare un biglietto o un ricordo. Sabato 14 novembre un Tour Guidato, in pullman, procederà da Ciampino verso alcuni degli altri luoghi romani di Pasolini: Rebibbia, Cimitero acattolico di Testaccio, Pigneto, Mandrione, Monteverde; il tutto con letture e proiezione di spezzoni di film. Le iniziative ciampinesi continueranno fino a dicembre con numerose presentazioni ed anteprime di documentari, film e libri. Tutto il programma del Comune di Ciampino è realizzato col patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e con la collaborazione del Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia (Pordenone). “Abbiamo pensato di dedicare a Pier Paolo Pasolini un ricordo che fosse sia affettuoso che di alto livello d'approfondimento culturale”, dichiara il Sindaco di CiampinoGiovanni Terzulli, e continua: “nel tempo il suo lavoro da insegnante viene sempre più e riconosciuto e valorizzato, e in questa parte del suo impegno intellettuale Ciampino ha avuto un ruolo molto importante. Ci conforta, nella nostra azione di mantenere viva la memoria del grande artista, la crescente attenzione anche nei confronti  dell'attività dell'Archivio Pasolini di Ciampino, voluto dall'Amministrazione comunale ed affidato ad Enzo Lavagnini che sta affinando collaborazioni con scuole del territorio, con l'Università di Tor Vergata, con le Teche della RAI, e con altri importanti enti culturali”.