Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Cianciaruso: "Dobbiamo essere più cinici e concentrati"

L'allenatore dell'Atletico Formia commenta il momento delicato della sua squadra



Sarà un match fondamentale quello che l’Atletico Formia si appresta a sostenere sul terreno amico contro il Cianciaruso tecnico dell'Atletico FormiaSermoneta nella giornata numero sei del campionato di promozione.  Seppur siamo solo ad inizio torneo, la contesa di questo fine settimana rappresenta un crocevia importante per il gruppo allenato da Alessandro Cianciaruso che, dopo la seconda battuta d’arresto consecutiva subita, ha visto non solo la situazione di classifica farsi improvvisamente minacciosa ma anche perdere quelle certezze e quelle peculiarità che ne avevano caratterizzato positivamente la fase iniziale della stagione. Sia al cospetto dell’Alatri (risultato - per dovere di cronaca  - non ancora omologato dal giudice sportivo visto il reclamo inoltrato dalla dirigenza formiana per la presunta posizione irregolare di un calciatore ciociaro) che in quel di Cassino, De Santis e compagni non hanno certo demeritato, offrendo una prova tutto sommato positiva ma purtroppo condita da qualche errore di troppo sia in fase offensiva, dove il solo Marciano (peraltro autore fino ad oggi di ben 7 reti tra campionato e coppa) non può reggere da solo tutto il peso dell’attacco biancazzurro,  che difensiva, dove un pizzico di inesperienza è risultato determinante ai fini del punteggio finale. Contro il Sermoneta servirà una prova di grande maturità per riuscire a portare all’incasso l’intera posta in palio, una prova nella quale bisognerà scendere sul rettangolo di gioco animati da tanta voglia di far bene. “Stiamo attraversando un momento delicato – commenta il trainer formiano - nel quale nonostante buone prestazioni non stiamo raccogliendo alcunché di concreto; le nostre priorità sono quelle di essere più cinici sotto porta e più concentrati in difesa e sono sicuro che domenica i miei ragazzi non mi deluderanno,  sfoggiando una prova di carattere e di sacrificio, tutte premesse che alla fine non potranno non premiarci”.