Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Cinquina del Real Tuscolano in casa dello Sporting Tor Sapienza

Per i rossoneri una vittoria molto più sofferta di quanto non dica il 5-2 finale



GIOVANISSIMI PROVINCIALI GIRONE G 

 SPORTING TOR SAPIENZA - REAL TUSCOLANO 2-5 

 MARCATORI 1’pt Grosso (R), 5’pt Curcio (S), 7’st Genova (S), 20’st (rig) e 28’st Petrocchi (R), 25’st e 31’st Barbaresi (R) 

 SPORTING TOR SAPIENZA Ricciardi, Vattani, Drago, Guidato, Dolfi, Tarantino, Russo (16’st Verdisco), Falconi, Cardone (27’pt Grisini), Genova (10’st Peggion, 23’st Gentili), Curcio ALLENATORE Curto 

 REAL TUSCOLANO Poli, Sirignano, Capponi (33’st Botticelli), Rosadini, Fedele (33’st Rossi), Bourelly, Grosso (7’st Barbaresi), Polani, Petrocchi (33’st Grieco), Soru (33’st Renzi), Mancini (27’st Pinchiurri) PANCHINA Gagliardi ALLENATORE Marzullo

 ARBITRO Coltellesi di Roma. 


Barbaresi, doppiettaE’ stata una vittoria molto più sofferta di quanto non dica il 5-2 finale, quella dei Giovanissimi Provinciali del Real Tuscolano che hanno espugnato il campo dello Sporting Tor Sapienza. Eppure per i ragazzi di mister Marzullo la gara si era messa subito in discesa. Nemmeno il tempo di centrare il pallone, infatti, che gli ospiti si portano in vantaggio: scambio in velocità Mancini-Petrocchi-Mancini, palla che finisce sui piedi di Grosso che entra in area e batte Ricciardi. Sul cronometro sono trascorsi appena 12 secondi e il Real Tuscolano è già in vantaggio. Quella che poteva essere una partita senza storia - prima dell’inizio tra le due squadre c’erano 26 punti di differenza - diventa una gara equilibrata grazie soprattutto allo Sporting Tor Sapienza che già nella gara d’andata, finita 4-3 per il Real, aveva venduto cara la pelle. Al 5’ i padroni di casa pareggiano grazie ad una dormita collettiva della difesa del Real: un rinvio errato diventa un assist per Curcio che, lasciato solo in area, batte Poli con una preciso diagonale. La gara è molto combattuta sul piano fisico, ma non bella. Poche le giocate riuscite per entrambe le squadre. Una di queste, al 15’, porta il Real vicino al vantaggio: Rosadini pesca in profondità Grosso, che brucia il suo marcatore ma dal limite dell’area tira alto. Al 32’ lo Sporting ci prova con Russo su punizione, ma Poli è bravo a non farsi sorprendere dal rimbalzo del pallone. Il ritmo è basso anche in avvio di ripresa, il Real fatica a trovare gli spazi e si affida alle giocate dei singoli: al 2’ il tiro cross di Petrocchi termina sopra la traversa. Al 7’ è lo Sporting a dare la scossa alla gara: protagonista è ancora una volta Curcio, dimenticato sulla fascia e libero di servire al centro un pallone calibrato per Genova, che in scivolata porta avanti i suoi: 2-1. Sotto di un gol il Real ha la reazione che dovrebbe avere una squadra che lotta per le posizioni di vertice della classifica. Al 14’ Sirignano ci prova direttamente da calcio d’angolo, e per poco non riesce a sorprendere Ricciardi. Marzullo si dà una mano inserendo Barbaresi,  e cambia la storia del match. Alla prima palla buona l’attaccante si conquista il quarto rigore nelle ultime quattro giornate: dal dischetto va Petrocchi, che realizza il 2-2. Due minuti dopo il capitano vorrebbe rendere il favore e al termine di un' azione personale sulla sinistra serve al centro per Barbaresi, ma il tiro a botta sicura finisce sul corpo di un difensore e poi sui piedi di Mancini, che non riesce a ribadire in rete. Il vantaggio ospite arriva al 25’ con un’azione in fotocopia: Petrocchi va via in velocità e mette in mezzo per Barbaresi, che stavolta non sbaglia e porta avanti i suoi. Lo Sporting non c’è più e il Real dilaga: Pinchiurri Grosso, autore dell'1-0lavora un bel pallone per Petrocchi, che anticipa l’uscita del portiere e di testa deposita in rete il gol del 2-4. Barbaresi esagera nell’esultanza, rimedia un’ammonizione evitabilissima che serve solo a scaldare gli animi in una partita che fino a quel momento era filata via senza problemi. E’ ancora lui, però, al 31’ con un tiro dal limite al termine di un’azione caparbia, a mettere la parola fine sul match e a fissare il risultato sul 2-5.