Notizie

Città di Ciampino, Fortuna: "Creato un piccolo gioiello"

Insieme ad Antonio Cececotto è la colonna portante del club: "Cinque anni fa non c'era nulla, siamo orgogliosi"



A sinistra Cececotto, a destra FortunaAssieme all’altro massimo dirigente Antonio Paolo Cececotto, rappresenta la colonna portante del Città di Ciampino. Il presidente Alessandro Fortuna, per le note problematiche personali, non riesce ad essere sempre fisicamente presente al Superga, ma il suo sostegno al club è stato fondamentale sin dagli albori di questo club. "Quando cinque anni fa prendemmo in mano questa società assieme a Tonino, al quale va dato atto per aver fatto grandissimi sacrifici anche di tempo negli ultimi mesi, qui non c’era nulla – sottolinea -. A distanza di un lustro, abbiamo creato un piccolo gioiello e di questo ne siamo orgogliosi". Un club che, attualmente, propone una prima squadra da “stropicciarsi gli occhi”. "Non avremmo mai pensato di guidare il campionato di Eccellenza dopo otto turni – dice Fortuna -, i ragazzi stanno andando oltre le più rosee previsioni. Siamo estremamente soddisfatti di quanto stanno facendo loro e tutto lo staff tecnico e dirigenziale: abbiamo ringiovanito l’organico con l’intento di salvarci il prima possibile. Tra un paio di mesi vedremo dove siamo e sceglieremo il da farsi. L’arrivo di Lalli è un segnale di come la società sia attenta ad ogni particolare e abbia la volontà di “allungare” un organico che, a detta di molti, pare un po’ corto. Anche se, per fortuna, finora non abbiamo avuto grandi problemi di infortuni pure grazie all’eccellente preparazione dello staff medico e dei preparatori". L’Eccellenza, però, è solo la punta dell’iceberg di una società che è divenuta un punto di riferimento del territorio e non solo. "Siamo molto soddisfatti di come vanno le cose anche nel settore giovanile. C’è qualche difficoltà di inizio stagione per la Juniores, ma conosco bene mister Colantuoni e so che saprà rimettere in carreggiata il suo gruppo. Abbiamo due categorie d’Elite e vogliamo continuare a investire sui nostri giovani, crescendo assieme a loro e portandoli nella nostra prima squadra come è già accaduto". Un’altra disciplina che sta guadagnando un certo spazio all’interno della Polisportiva Città di Ciampino è il calcio a 5. "Non li riesco a seguire da molto vicino, ma ho visto che hanno fatto enormi passi in avanti dal punto di vista comportamentale, criterio di valutazione a cui noi teniamo tantissimo perché è dai grandi che deve partire l’esempio per i più giovani. Chiusura con un accenno sulla struttura. "Da quando siamo nati nessuno ci ha regalato nulla, anzi abbiamo investito con le nostre forze ciò che esiste oggi al centro sportivo Superga e, se ci sarà data la possibilità, siamo pronti ad allargarci ancora per offrire ancora maggiori spazi ai nostri tesserati".