Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Città di Ciampino, lo sfogo di Cececotto sui gironi

Il presidente aeroportuale arrabbiato per l'inserimento nel girone B: "Perché dividere noi e l'Almas?"



Antonio CececottoI gironi di Eccellenza non hanno riservato sorprese, ma hanno fatto storcere la bocca al presidente del Città di Ciampino, Antonio Cececotto, per una “anomalia” abbastanza evidente. Il club aeroportuale e l’Almas, che giocano entrambe a Ciampino a pochissima distanza, si trovano in due raggruppamenti differenti: “Vi sembra normale – commenta Cececotto – questa scelta? Abbiamo fatto tanto per costruire una squadra di qualità, pur puntando forte sui giovani, con soli otto “big” in rosa per contenere i costi. E tutto quello che abbiamo risparmiato lo dovremo spendere per le trasferte. Questa scelta ci costerà dieci-undicimila euro per i pullman e i pranzi. Ho deciso, quindi, che per recuperare queste spese iscriverò le squadre della nostra scuola calcio ai campionati AICS anziché a quelli della Federazione, che costano di più. Non ho nulla contro l’Almas, ma sarebbe stato più giusto inserire anche loro nel girone B, se davvero è stato usato il criterio territoriale. Altrimenti cosa dovrei fare? Spostare la sede legale del club da un’altra parte per essere considerata squadra romana? Oltretutto so che l’Atletico Vescovio aveva fatto richiesta d’inserimento nel B e il Pomezia nell’A ed entrambe non sono state accontentate. Potevano mettere i primi nel girone sud al posto nostro, o la formazione di Punzi al posto dell’Almas. Sarebbe stato più giusto. Purtroppo non andiamo continuamente in Federazione come altri, e questi sono i risultati…”.