Notizie

Città di Ciampino, Paolo Landolina: "Vedo troppa esaltazione"

Il tecnico soddisfatto per la vittoria con la Tor Tre Teste, ma predica calma: "Bella soddisfazione, ma teniamo i piedi per terra"



Paolo LandolinaIl gruppo 2003 del Città di Ciampino lavora in prospettiva. La squadra di Giovanissimi provinciali fascia B, affidata a mister Paolo Landolina, ha di fatto iniziato nello scorso fine settimana il suo campionato federale battendo al Superga per 4-1 la Nuova Tor Tre Teste. "Una vittoria sicuramente meritata – spiega il tecnico -, anche se il risultato è sicuramente troppo largo. Abbiamo giocato un ottimo primo tempo, chiuso in vantaggio grazie alla rete di Dini. Poi a inizio ripresa ha raddoppiato subito i conti Condotta, ma a quel punto è uscita prepotentemente fuori la Nuova Tor Tre Teste che ci ha costretto nella nostra metà campo. I capitolini hanno realizzato il 2-1 e stavano spingendo nella parte finale della gara, poi praticamente nel recupero siamo andati ancora a bersaglio con Dini che ha realizzato una tripletta complessiva. Una bella soddisfazione battere una società blasonata come la Nuova Tor Tre Teste, ma dobbiamo tenere i piedi incollati per terra perché ho visto un ambiente un po’ troppo esaltato da questo successo". Il tecnico si esprime in questa maniera per un motivo molto chiaro e peraltro ampiamente condivisibile. "Il nostro obiettivo, quest’anno, non è certo la ricerca del risultato. Questo gruppo 2003 dovrebbe rappresentare la base per la prossima squadra Giovanissimi Elite B del Città di Ciampino, sperando che l’attuale gruppo riesca a centrare la permanenza in quella categoria quest’anno. I nostri 2003 hanno sicuramente delle qualità molto interessanti, anche se al momento pagano una prestazione fisica abbastanza penalizzante: il pensiero fisso dev’essere la crescita". Nel prossimo turno per il Città di Ciampino c’è una sfida da incorniciare nei ricordi per i ragazzi che vi parteciperanno. "Andremo a Trigori per sfidare la Roma e sarà sicuramente una bella esperienza – dice Landolina – L’obiettivo è cercare di fare una bella figura: sappiamo che incontreremo un avversario fortissimo e la sfida è certamente di grande fascino".