Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Città di Ciampino, parla il presidente Cececotto: "E' ora di fare il salto di qualità. Baiocco mi ha impressionato"

Il massimo dirigente parla anche della scomparsa del Ciampino: "Ci dispiace per quello che è accaduto"



Antonio Cececotto con il neo acquisto Tiziano CarnevaliSiamo solo alla fine di giugno, ma a differenza di tanti altri club, il Città di Ciampino ha già fatto le cose in grande per la prossima stagione. La rosa è stata rinforzata con cinque giocatori (Carnevali, Pedrocchi, Matozzo, Abbondanza e Figlioli), a cui si è aggiunto da ieri il giovane portiere ex Romulea Ferronetti, classe 1995. Il prossimo colpo potrebbe riguardare la difesa, dove si sta cercando di convincere l’ex Palestrina Luca Di Gioacchino a scendere di categoria. Il presidente aeroportuale, Antonio Cececotto, non nasconde i propri obiettivi. 

Un mercato molto importante, che vi pone di diritto tra le più serie pretendenti al salto di categoria. 

“Siamo una società giovane ma ambiziosa e, dopo un periodo di assestamento, penso sia arrivato il momento di fare il salto di qualità”. 

Vi siete affidati ad un tecnico vincente come Enrico Baiocco. Cosa l’ha colpita di lui? 

“E’ un vulcano di idee ed è estremamente motivato, con grande voglia di vincere. Avevamo sentito tanti allenatori, ma alla fine abbiamo optato per lui. Stiamo seguendo le sue indicazioni, ed è una persona straordinaria”. 

Ha fortemente voluto anche il ritorno di Alberto Drago. 

“Con lui avevamo questo accordo di impostare un progetto a lunga scadenza, ma per motivi di salute aveva dovuto mollare. Avevamo già deciso che sarebbe rientrato al termine della stagione e avrebbe collaborato con il dg Paci seguendo Juniores e prima squadra. Abbiamo messo in piedi una struttura societaria importante: ho un’azienda da portare avanti e mi sono affidato a persone di cui ho massima fiducia, che mi tengono costantemente aggiornato”. 

Con la scomparsa della Polisportiva Ciampino vi sentite maggiormente responsabilizzati? 

“Ci dispiace per quello che è successo. Al di là della rivalità sportiva ho sempre avuto grande rispetto per Stefano Bianchi. Questa responsabilità, comunque, la sentiamo da quattro anni: abbiamo sempre puntato tanto sul settore giovanile, mentre loro più sulla prima squadra”. 

Anche Stefano Bianchi, entrato nella Lepanto Marino, potrebbe costruire una rosa importante. Se finirete nello stesso girone potrebbe essere un duello interessante. 

“Da diverse stagioni il girone C è senza dubbio il più difficile della categoria. La Lepanto costruirà di certo una squadra d’alta classifica, ma non ci dobbiamo scordare della Vjs Velletri, della Vis Subiaco, del Guidonia e della neopromossa Villalba, tutte realtà importanti che vorranno primeggiare”. 

Quali altri interventi farete sul mercato? 

“Serviva un portiere under ed è arrivato Ferronetti. Adesso ci concentreremo su qualche altro reparto per rafforzare ulteriormente l’organico a disposizione di mister Baiocco”.