Notizie
Categorie: Altri sport

CIV Moto 3 - Dennis Foggia, gioie e dolori ad Imola

Un ritiro ed un secondo posto per il giovane centauro romano nella gara sul circuito emiliano



Una doppia gara agrodolce per Dennis Foggia. Il giovanissimo pilota romano ha ottenuto un ritiro nella prima manche, mentre nel secondo round è riuscito a piazzarsi al secondo posto. 

Foggia in pista al MugelloGara 1 Dennis Foggia lotta e dà battaglia per il podio per tre quarti di gara: poi, un problema elettrico alla sua Rmu 71 lo costringe ad arrendersi a quattro giri dal termine. Per il pilota capitolino è questo l’epilogo del settimo round stagionale del Campionato Italiano di Velocità 2015 consumato quest’ oggi all’ Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Dopo un piccolo imprevisto tecnico nelle prime qualifiche di ieri e le noie palesate nella seconda manche di Q2 di stamattina, la Rmu di Foggia ha confermato i cattivi ‘presagi’ della vigilia pur reggendo bene per buona parte della Gara 1, dove il rider romano ha confermato il feeling col tracciato bolognese correndo con ottimi tempi e tenendo la quarta posizione per tre giri consecutivi.


Gara 2  Griglia di partenza invariata, con Foggia in terza fila in virtù della nona posizione guadagnata nelle qualifiche. La direzione gara però prende una decisione importante prima del via: non più 13 ma 11 giri per questo round, le temperature roventi (47 gradi percepiti) costringono a rivedere le misure di sicurezza per i piloti. Si spengono i led rossi. Partenza da urlo per Foggia, che con un’imbucata da campione vola subito in testa al gruppo, poi si attesta in seconda posizione dietro a Di Giannantonio: con quest’ultimo duella fino a riprendersi la vetta nel terzo giro, per poi tornare alle sue spalle. Il pilota della Rmu tiene la seconda piazza inseguito dal terzetto Groppi-Delbianco-Spiranelli, nel quinto giro Delbianco e Spiranelli chiudono in anticipo la gara, mentre Groppi tallona Foggia riuscendo a superarlo al Tamburello. Il terzetto Di Giannantonio, Groppi e Foggia resta invariato per quattro giri di seguito e fa una gara a parte girando sul passo dei 2’00, dietro di loro il vuoto, ma Foggia è in crescendo e non si accontenta: a due giri dal termine “The Rocket” attacca Groppi e lo supera, tornando secondo. Invano l’assalto a Di Giannantonio, che allunga e vince, ma per Foggia è un secondo posto che vale oro: “Sono felicissimo – esordisce il pilota capitolino – è un risultato fantastico, torno a podio dopo Vallelunga e per la prima volta mi avvicino al gradino più alto. Ringrazio il mio team, col quale abbiamo attraversato dei momenti difficili in questo inizio weekend: abbiamo avuto noie al motore, poi il problema elettrico che ieri mi aveva costretto al ritiro. Abbiamo scacciato questi problemi nel modo migliore, rimpiazzandoli con questo bel risultato. Ora voglio chiudere al meglio questo campionato, cercando di dare il massimo nell’ ultima tappa al Mugello”. Il 10 e l’11 Ottobre sul tracciato toscano Dennis e la sua Rmu chiuderanno la stagione con le ultime due gare in programma, ma comunque vada sia per il team reggiano che per il pilota capitolino resta e resterà un campionato dalle grandi soddisfazioni. Con questo risultato di Foggia guadagna 20 punti preziosissimi per la classifica, che permettono a “The Rocket” di balzare dalla settima alla quinta posizione con 67 punti all’attivo: un risultato a dir poco straordinario per il più giovane di tutta la Classe, il più importante della sua giovane carriera, all’ esordio assoluto nella Moto 3.

Il podio di gara 2