Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Civitavecchia: piove sul bagnato, altri 35 mila euro da pagare

La Proprietà attraverso un comunicato: "situazione economica seria ma unico obiettivo è salvare il Civitavecchia" ma non esclude una cessione "disponibile anche a cedere la società dinanzi ad acquirenti"



Image titleIn un momento in cui è necessario ancora una volta fare chiarezza, si rammenta che la proprietà attuale è in continua lotta per mantenere il Civitavecchia Calcio nella categoria attuale e consentire al contempo, al promettente settore giovanile, di sopravvivere. Nella settimana appena passata, altre pendenze che, ammontano a circa 35 mila euro sono piovute addosso alla proprietà attuale. Naturalmente tali cifre debitorie, sono da attribuire alla gestione passata che, purtroppo poi ha lasciato pesanti strascichi, con notevoli ripercussioni, anche naturalmente sul presente. La proprietà sta facendo notevoli sforzi per condurre il Civitavecchia Calcio verso la tranquillità, anche e soprattutto dal punto di vista economico. Si rammenta che, la proprietà resta disponibile, anche a cedere la società dinanzi ad acquirenti, pronti a dare stabilità ed ulteriore lustro al club. Per quanto concerne l'andamento della 1^ squadra, è giusto evidenziare che, ad oggi, i nero azzurri sono al 12' posto con 11 punti frutto di 2 vittorie, 5 pari e solo 2 sconfitte. Le prestazioni della squadra diretta da Ottavio Insogna sono state sempre costruttive e finalizzate al raggiungimento del massimo risultato possibile, attraverso un gioco piacevole e soprattutto, cercando di valorizzare i calciatori della città o del comprensorio.Il lavoro di bonifica dei conti del club, procede dunque di pari passo con il percorso tecnico migliorativo della prima squadra stessa, ed a cascata, del florido settore giovanile. Il Civitavecchia Calcio, va rimarcato, vanta nel proprio vivaio la presenza di ben due formazioni partecipanti a campionati Eccellenza Elite. La Juniores Regionale B, come del resto la 1^ squadra invece, si sta pazientemente ristrutturando rispettando l'identikit tracciato dalla proprietà e non è facile, visto che, sino a meno di due anni fa, le due squadre citate erano composte prevalentemente da calciatori non locali.Insomma lo scenario descritto deve portare ad una sola riflessione, ossia quella che vede tutti coloro che si adoperano per il bene del Civitavecchia Calcio, impegnati ad ampio spettro per il bene del club, la situazione è chiara ed al momento, non necessita di ulteriori ed inutili, oltre che distruttive, disquisizioni.