Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Clamoroso a Ciampino, Zaccagnini: "A fine anno lascio la panchina della Virtus"

A fine campionato si separeranno le strade del tecnico e delle giallorosse: "Due anni semplicemente strepitosi. Giusto andare via ora".



Marco Zaccagnini (Foto © Virtus Ciampino)La notizia che arriva da Ciampino ha del clamoroso. A fine campionato si separeranno le strade della Virtus Ciampino e di mister Marco Zaccagnini. Un sodalizio che in questi due anni ha portato grandi soddisfazioni e successi reciproci. La scorsa stagione sono arrivati secondo posto in classifica, ad un punto dalla capolista, e qualificazione per la Final Four di Coppa Lazio. Quest’anno, invece, la stagione è stata ancora più trionfale. Dominio nelle finali di Coppa Lazio, con il trofeo alzato sul parquet del Pala Cesaroni, e vittoria anche in Coppa Italia di categoria. Il tutto senza aver concesso niente alle avversarie. E la tripletta è ancora a portata di mano: la vetta dista solo tre lunghezze, ma le ragazze di Zaccagnini hanno due gare in meno rispetto alla Virtus Fenice. Insomma, nonostante il primo sto stagionale di sabato, il destino è ancora tutto nelle mani delle giallorosse.


Mister perché questa decisione?

“E’ una decisione che avevo già preso ad inizio anno. Sapevo di avere una squadra molto forte e quindi l’obiettivo era vincere e poi lasciare. Anche in caso di fallimento avrei comunque lasciato la panchina. Credo di aver vinto abbastanza e cambiare adesso penso sia la cosa migliore da fare per tanti motivi. In questo biennio con la squadra ci siamo spremuti a vicenda ed è anche ora di ricaricare le pile. Nel calcio a 5 per farlo è necessario cercare nuove sfide e nuovi stimoli e la Serie A per me, in questo momento, sarebbe un banco troppo impegnativo e non fattibile per motivi personali e di lavoro. Voglio quindi rimettermi in gioco, sfruttando la nuova esperienza accumulata in questi anni. Come ho già detto in passato, un buon mister sa quando deve arrivare e quando deve andare via”.


Hai già parlato con società e squadra?

“La società sapeva tutto già dopo la Final Eight. Lo stesso le ragazze, con cui avevo parlato e che già sapevano che in ogni caso non sarei stato io il tecnico il prossimo anno. Sono un gruppo forte ed intelligente e capiscono come vanno le cose”.


Non temi un contraccolpo psicologico sul campionato? 

“Assolutamente no. La battuta d’arresto contro la Fenice l’abbiamo già archiviata. Diciamo che ci siamo presi in anticipo le ferie pasquali. Ma siamo già concentrati sul recupero di martedì contro il Ferentum”.


La vittoria della Coppa Italia (Foto © Divisione Calcio a 5)Il bilancio di questi due anni a Ciampino?

“Semplicemente strepitosi. Abbiamo concesso 3 gare in due stagioni. Lo scorso anno abbiamo ottenuto Final Four e secondo posto in campionato, mentre quest’anno abbiamo vinto Coppa Lazio e Coppa Italia da imbattuti. Una stagione da incorniciare. Non posso aggiungere altro se non che è stata un’esperienza incredibile e che mi sono divertito tanto”.