Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Colpaccio del Serpentara Bellegra Olevano, che espugna il "Pio XII" di Albano

La formazione di Lucidi resta a punteggio pieno, superando l'Albalonga nel big match grazie a Brasiello



La gioia del Serpentara (foto Facebook)MARCATORI Brasiello 14’st 

ALBALONGA Leacche 6.5, Micaloni 5.5, Pitzianti 5.5 (17’st Cannillo 5.5), Mancini 5.5, Panella 6, Sandroni 5.5, Gamboni 6 (310st Di Ludovico 5.5), Trinca 6, Forcina 5.5, Scacchetti 5.5, De Gennaro 5.5 (17’st Magnano 6) PANCHINA Borrelli, Giovinazzo, Foresi, Lo Schiavo ALLENATORE Lauretti 

SERPENTARA Pietrucci 7, Brasiello 7.5, De Santis 6, Rubino 6.5, Casciotti 6.5, Rocchi 6.5, Maione 6 (37’st Spaziani sv), Di Fazio 6, Petrangeli 6.5 (25’st Fazi 6), Barile 6.5, Dominici 6 PANCHINA Generoso, Taglietti, Scotto, Ferro, Carpentieri ALLENATORE Lucidi 

ARBITRO Mulas di Sassari, 5.5 

ASSISTENTI Contessa di Rieti e Intorre di Roma 1 

NOTE Espulsi Scacchetti (A) al 45’st per fallo di reazione e Micaloni (A) al 47’st per doppia ammonizione. Ammoniti Brasiello, De Santis, Rubino, Fazi, Pitzianti, Sandroni Rec. 1’pt – 4’st    

Potremmo usare mille aggettivi per definire il Serpentara, ma probabilmente basta una semplice frase: il team di Lucidi più che una squadra è un vera e propria macchina da guerra. Al Pio XII il Serpentara ottiene la terza vittoria consecutiva in campionato battendo l’Albalonga per 1-0. Una partita non bellissima, ma studiata alla grande dal tecnico ospite che oltre a bloccare gli esterni d’attacco castellani, ha avuto il merito di ingabbiare Forcina al centro dell’attacco: mettiamoci pure un pressing asfissiante sul portatore per quasi tutti i novanta minuti e il gioco è fatto: Albalonga al tappeto.  

La gara. Come detto in precedenza il match, dal punto di vista delle occasioni da gol, è stato tutt’altro che appassionante: dopo il fischio iniziale del sig. Mulas di Sassari la prima occasione da gol arriva per i locali intorno al 15’. Forcina ruba palla a Rocchi nella metà campo ospite, arriva sul fondo, rientra sul sinistro e prova la conclusione sul primo palo: Pietrucci c’è e blocca. Lo notiamo fin da subito, l’Albalonga è in difficoltà. La manovra è poco lucida, gli ospiti pressano come forsennati ed è difficilissimo arrivare davanti al portiere: ci prova allora Gamboni, che in un paio di circostanze cerca la conclusione da fuori, senza però trovare il bersaglio grosso. L’azione più clamorosa per il Serpentara arriva proprio nel finale di tempo con un grandissimo sinistro di Dominici che sfiora la traversa a Leacche battuto. Nella ripresa non aumenta lo spettacolo, ma bensì il nervosismo. Insomma, l’Albalonga doveva trovare lucidità e invece finisce per perderla: al 14’ Pitzianti anticipa il suo diretto marcatore ma la sua deviazione favorisce l’inserimento di Petrangeli che per due volte conclude a rete trovando sempre un Leacche strepitoso nel deviare. La sfera però carambola dalle parti di Brasiello che non ci pensa due volte e spara a rete insaccando lo 0-1. L’Albalonga adesso deve reagire, ma il Serpentara continua a pressare come non mai (dimostrando davvero una grande condizione fisica) e per i castellani diventa quasi impossibile arrivare in rete: la palla gol più ghiotta per pareggiare arriverà intorno al 38’: punizione dalla destra di Scacchetti, traiettoria perfetta per il colpo di testa di Mancini, ma Pietrucci è semplicemente strepitoso e con un bel colpo di reni salva il risultato. I ragazzi di Lauretti adesso cominciano il forcing finale e in pieno recupero sfiorano l’1-1: il capitano ospite, oltre a siglare il gol vittoria, salva i suoi immolandosi sulla conclusione a botta sicura di Panella a centroarea, diventando immediatamente l’eroe di giornata. Sarà l’ultima occasione da gol: l’Albalonga chiuderà in nove per l’espulsione di Scacchetti e Micaloni, ma soprattutto chiuderà con zero punti nel bottino