Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Colpaccio esterno del Rocca Priora, battuta la Lepanto

Scende in campo il portiere campiona del mondo Marco Amelia e gli ospiti, andati sotto per la rete di Binaco, rimontano e vincono



11a Giornata - 16 nov 2014
1 - 2

MARCATORI 1’st Binaco (L), 9’st Sgarra (R), 19’st Costanzo (R) 

LEPANTO Di Giosia 5.5, Arcadu 6, Materazzi 5.5, Maiolini 5, La Forgia 6 (40’st Pisapia sv), Marongiu 6 (43’pt Vulpiani 5.5), Ricci 6.5, Sbraglia 6, Virli 5.5, Binaco 6.5, Bianchi 6 (24’st Dezi 6) PANCHINA Troiani, Magi, Reati, Talevi ALLENATORE Santececca 

ROCCA PRIORA Amelia 6.5, Teofani 6, Torrice 6.5, Ferramini 6.5, C.Vinci 6 (12’st Testozzi 6), E.Vinci 6, Nesta 6.5, Costanzo 7, Turchetta 6 (35’pt Federici 6), Spina 6, Sgarra 7 (40’st Pilone sv) PANCHINA Longo, Emici, Matano, Schina ALLENATORE Forlani 

ARBITRO Lupoli di Latina 5 

ASSISTENTI Zuin di Roma 2, Petrini di Roma 1 

NOTE Ammoniti Maiolini, C.Vinci, Arcadu, Virli, Teofani Angoli 8 - 3 Rec. 2’pt - 4’st  

Marco Amelia, ha difeso i pali del Rocca PrioraClamoroso al Fiore. Il Rocca Priora del campione del mondo Marco Amelia, quest’oggi titolare a difendere i pali della squadra del suo paese, espugna la tana della Lepanto Marino grazie alle reti di Sgarra e Costanzo, che ribaltano l’iniziale vantaggio firmato da Binaco. Una Lepanto non brillante come al solito che si è trovata di fronte una squadra che, a dispetto della posizione in classifica, ha dimostrato di possedere ottime qualità individuali. Molto importate per il Rocca Priora è stata la presenza del portiere ex Milan che ha dato grande tranquillità a tutta la squadra. Grande occasione persa per la compagine di Santececca che non approfitta della contestuale sconfitta del Città di Ciampino.  

PRIMO TEMPO In avvio la gara è molto equilibrata, la Lepanto non riesce a giocare con la solita qualità, mentre il Rocca Priora dimostra di essere arrivato al Fiore con la voglia di fare risultato e non esclusivamente di difendersi. Al 17’ arriva la prima conclusione in porta dei padroni di casa, ma Amelia non ha problemi a bloccare a terra il destro di Binaco dal limite dell’area. Grandi proteste al 25’ da parte dei padroni di casa: dalla destra Sbraglia calcia in porta e Torrice, in area di rigore, tocca con la mano deviando il corner, ma per il direttore di gara non ci sono gli estremi per concedere la massima punizione. Intorno alla mezz’ora ancora Binaco pericoloso con una conclusione dalla distanza che però termina sul fondo. Passano pochi minuti e la Lepanto crea la più grande palla gol del primo tempo: punizione calciata da Sbraglia e girata di testa di Marongiu che sfiora il palo e termina fuori. Al 47’ il Rocca Priora si affaccia per la prima volta in attacco: Costanzo si inserisce in area con i tempi giusti e con il destro cerca il palo lungo, Di Giosia non può arrivare ma la sfera termina di un niente sul fondo. É l’ultimo brivido di un primo tempo che si conclude sul risultato di 0 - 0.

SECONDO TEMPO La ripresa si apre con la Lepanto subito all’attacco e dopo appena 1’ arriva la rete del vantaggio. Ricci rientra dalla destra e serve Binaco in area, il numero 10 guarda Amelia e lo fulmina con un chirurgico diagonale di destro. Gli ospiti reagiscono e poco dopo sfiorano il pari con un colpo di testa di C.Vinci che termina però sull’esterno della rete. Il Rocca Priora insiste e al 9’ pareggia. Inserimento sul filo del fuorigioco di Sgarra che con uno splendido tocco di destro batte Di Giosia in uscita. La Lepanto reagisce e al 13’ va ad un passo dal nuovo vantaggio. Ricci salta un avversario e calcia con il destro dall’interno dell’area di rigore, Amelia è strepitoso e devia la sfera in corner. La partita è vibrante e poco dopo è il Rocca Priora ad andare vicino al gol con Sgarra, ma la conclusione del numero 11 finisce sul palo. Al 19’ ospiti che trovano il vantaggio: punizione dalla sinistra, Costanzo gira di testa, Di Giosia respinge malamente la sfera che torna al numero 8 che da due passi gonfia la rete. Ospiti ad un passo dal terzo gol al 31’ quando Ferramini, con un missile dalla lunga distanza, colpisce in pieno la traversa. Nel recupero grande palla gol per i locali con Dezi che, su cross di Ricci, gira di testa non inquadrando però lo specchio della porta. É l’ultima emozione del match che si conclude con il clamoroso successo esterno del Rocca Priora, che è la prima squadra a violare il Fiore di Marino.