Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Colpaccio Real Tuscolano: vittoria e sorpasso

L'undici di Marzullo passa 3-2 sul campo dell’Academy Qualcio e lo scavalca al secondo posto del girone G



ACADEMY QUALCIO ROMA - REAL TUSCOLANO 2-3
MARCATORI: 4’pt Rosadini (R), 4’st (rig) e 33’st Petrocchi (R), 5’st Musanu (AQ), 18’st Rossini (rig) (AQ).
ACADEMY QUALCIO ROMA: Dumbrauanu, Casasanta, Musanu, Necci (5’st Carello), Marielli, Granito (8’st Conte), Rossini, Sabelli, Palombo (1’st Bruno), Pisani, Lanna. PANCHINA: Bellizzi, Tarantino, Rossetti ALLENATORE Romualdi
REAL TUSCOLANO Poli, Sirignano, Capponi, Rosadini, Fedele, Bourelly,  Polani (16’st Botticelli), Pepperosa, Petrocchi, Soru, Barbaresi (5’st Grosso). PANCHINA: Gagliardi, Rossi, Mancini, Grieco ALLENATORE Marzullo.ARBITRO: Bonanno di Roma.

©Mirna De CesarisColpo grosso del Real Tuscolano, che passa 3-2 sul campo dell’Academy Qualcio e lo scavalca al secondo posto del girone G del campionato Giovanissimi Provinciali, insieme alla Cavese e alle spalle della capolista Valmontone. Un sorpasso che potrebbe essere solo momentaneo, in attesa che il giudice sportivo si pronunci sul reclamo presentato dal Casilina BCCR per la gara persa contro il Qualcio, ma che fotografa bene lo stato di forma delle squadre. Per i padroni di casa, infatti, si tratta della seconda sconfitta consecutiva (sul campo), mentre per il Real Tuscolano è la terza vittoria di seguito. Una vittoria ottenuta nel finale e in sofferenza, l’ennesima arrivata grazie al carattere della squadra di Marzullo, che non ha mollato nemmeno quando il Qualcio era riuscito a recuperare due gol di svantaggio e sembrava avere le forze per conquistare i tre punti. Alla squadra di mister Proietti - squalificato in panchina è andato Romualdi, espulso pure lui nel finale insieme al dirigente accompagnatore - mancavano per squalifica due calciatori importanti come Billocci e Opimo mentre dall’altra parte Marzullo non ha potuto schierare Balistreri, fermo per un guaio muscolare. Gli ospiti partono forte e al 3’ Soru, uno dei migliori in campo, costringe Dumbrauanu ad una deviazione in angolo con un bel tiro da fuori. Sul corner seguente, calciato col contagiri da Sirignano, il portiere esce a vuoto e per Rosadini è troppo di facile appoggiare di testa in rete il pallone del vantaggio del Real Tuscolano. La reazione degli orange non tarda ad arrivare ma la conclusione di Pisani, innescato da Lanna, è da dimenticare. Real Tuscolano ancora pericoloso all’11’: Sirignano batte un corner dalla destra, dalla mischia il pallone esce sui piedi di Pepperosa che calcia a botta sicura ma incontra l’opposizione di Marielli, che salva in scivolata. Barbaresi e Petrocchi si cercano e si trovano, ma il diagonale del capitano non inquadra la porta. Il Qualcio prova a spingere ma è lento nell’avvio dell’azione e rischia di subire le ripartenze del Real: sarà il tema tattico che nel finale deciderà la gara. Al 28’ Pepperosa pressa alto e ruba palla sulla trequarti avversaria, arrivato al limite dell’area, però, conclude alto. Al 33’ Sirignano impegna Dumbrauanu con una punizione da oltre 30 metri, che il portiere blocca. In avvio di ripresa il Real Tuscolano passa ancora: Petrocchi porta a spasso mezza difesa del Qualcio e poi viene steso in area. E’ rigore netto, che lo stesso numero 9 trasforma, spiazzando il portiere. ©Mirna De CesarisNemmeno il tempo di centrare il pallone e il Qualcio torna in partita grazie a Musanu, che sfrutta una dormita generale della difesa ospite e dal limite dell’area fa partire un destro che sorprende Poli. I padroni di casa prendono coraggio costringendo il Real, tenuto in piedi dalla spina dorsale composta da Bourelly, Rosadini, Pepperosa e Soru, ad arretrare il proprio baricentro. Al 9’ il pareggio sembra cosa fatta: sul calcio di punizione dal limite di Sabelli, Poli si supera in allungo ma non trattiene; la palla finisce sui piedi di Musanu che da mezzo metro, e con la porta completamente spalancata, prende in pieno la traversa. Il Qualcio continua a pressare ma si espone al contropiede ospite: al 17’ Petrocchi entra in area dalla sinistra ma calcia addosso al portiere. Dal possibile 1-3 si passa, un minuto dopo, al pareggio: Rossini anticipa in area il neo entrato Botticelli, che lo stende. Rigore ineccepibile che lo stesso numero 7 trasforma: è il gol del 2-2. Il Qualcio vede da vicino l’impresa e continua a spingere, ma al 33’ regala al Real la palla della vittoria: Marielli sbaglia un controllo nella propria metà campo e si fa rubare palla da Petrocchi, che s’invola verso la porta, supera il portiere in uscita e deposita in rete il gol del 2-3. Ci sarebbe ancora la possibilità, al quinto di recupero, per il pareggio del Qualcio, ma la punizione dal limite di Pisani finisce sul fondo, e il Real può festeggiare vittoria e sorpasso.