Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Colpo grosso de L'Acquedotto: la Pomposelli stende l'Olimpus

Una rete della giocatrice alessandrina a 14 secondi dalla sirena regala la vittoria al team di Pezzuco, che si avvicina alla qualificazione in Coppa Italia



OLIMPUS OLGIATA 20.12-L’ACQUEDOTTO 1-2 (0-1 p.t.)

MARCATRICI 17’06’’ p.t. Agnello (A), 10’44’’ s.t. Catrambone (O), 19’46’’ Pomposelli (A)

OLIMPUS OLGIATA 20.12 Menichelli, Sorvillo, Catrambone, Lisi, Sergi, Sias, Visconti, Muzi, Salemi, Brancati, Ceci, Mogavero ALLENATORE Lelli

L’ACQUEDOTTO Vecchione, Pomposelli, Alvino, Benvenuto, Hermida Montoro, Agnello, Turnone, Perez Pereira, D’Angelo, Di Turi, Cariani ALLENATORE Pezzuco

ARBITRI Alessandro Salicchi (Terni), Emanuele Roscini (Foligno) CRONO Paolo Giovannangeli (Ciampino)


La Pomposelli festeggiata dalle compagne (Foto © Shefutsal)L'Acquedotto batte 2-1 l'Olimpus grazie al gol di Pomposelli a 14'' dalla fine della partita. Una gara emozionante, sofferta, vinta grazie alla caparbietà di una squadra che sta lottando, partita dopo partita, dimostrando tutto il suo valore.


La partita. Gara da dentro o fuori, senza mezze misure, quella fra l'Olimpus padrone di casa e L'Acquedotto: chi vince mette un piede e mezzo in Coppa Italia, di fatto, estromettendo l'altro. Parte subito forte la squadra di Lelli che nel primo minuto si rende pericolosa due volte con Catrambone, testando i riflessi di una Vecchione che scopriremo poi in giornata di grazia. Il primo squillo alessandrino è con Rebe Hermida: la spagnola ruba palla, sale sulla destra e scarica un gran tiro che si spegne sull'esterno della rete. Al terzo da segnalare il debutto di Turnone in maglia acquedottina, seguito dall'immediato guizzo della numero 10 che impegna Menichelli. Dall'altra parte, però, Catrambone è una costante spina nel fianco: al settimo e al quindicesimo il pivot ex Roma, Montesilvano e Jordan, ha due ottime chance ma spreca calciando fuori entrambe le volte. Al diciassettesimo, L'Acquedotto passa in vantaggio con un'azione fulminea: Rebe intercetta un rilancio di Mogavero e con un no-look meraviglioso manda in porta Agnello con un tacco incrociato che taglia in due la difesa dell'Olimpus. La numero nove batte Menichelli, trova la respinta del palo e segue la sfera per il tap-in vincente. Prima dell'intervallo, Sorvillo viene pescata sul secondo palo da Catrambone, ma Vecchione blocca miracolosamente. Nel finale botta e risposta: L'Acquedotto sventa un calcio di punizione dal limite e dall'altra parte Pomposelli viene chiusa in angolo da Menichelli.


Secondo tempo. Al secondo minuto della ripresa subito Vecchione decisiva su Catrambone, poi Rebe trova bene Benvenuto, ma la sua conclusione viene prontamente deviata dal numero uno delle padrone di casa in calcio d'angolo. La partita si fa equilibrata, con un Olimpus meno pericoloso e un L'Acquedotto più preciso in fase di impostazione. All'undicesimo, però, un errore di distrazione in fase difensiva permette a Lisi di mandare Catrambone tutta sola davanti a Vecchione: è 1-1. Il pari sveglia L'Acquedotto che inizia a spingere forte accumulando occasioni. La più bella capita sui piedi di Pomposelli che mette giù un pallone scodellato in avanti, passa con una magia fra Sias e Lisi all'altezza della linea di fondo, compie una veronica su Menichelli e conclude a porta sguarnita: tutti gridano al capolavoro, ma Muzi sventa con la punta del piede. È un botta e risposta, con L'Acquedotto tutto riversato in avanti e un Olimpus che prova a pungere in contropiede. Vecchione sventa ancora su Catrambone, ma dall'altra parte Agnello e due volte Rebe Hermida hanno sul piede l'occasione del 2-1. Il finale è palpitante. A quindici secondi dalla fine corner per L'Acquedotto: Benvenuto va sul pallone, trova ai 15 metri Pomposelli che pressata da Sergi e Sorvillo lascia partire un destro che si insacca alle spalle di Menichelli. È il gol vittoria che fa letteralmente esplodere di gioia L'Acquedotto e tutti i suoi tifosi.


Coppa Italia. Ora l'obiettivo Coppa Italia per L'Acquedotto è molto più vicino. Tutto passa dalle prossime due partite, nelle quali L'Acquedotto dovrà vincere contro Salernitana e Morrovalle, le ultime della classe. Benvenuto e compagne possono chiudere a 24 punti e avere grandi chance di centrare il primo obiettivo stagionale.