Notizie

Con “Origine comune”, l’Anci Lazio sostiene i Comuni le specialità locali

La promozione dei prodotti avverrà nel corso dell'Expo di Milano e successivamente verranno valorizzati con il coinvolgimento diretto di tutti i Comuni del Lazio interessati al progetto



Image titleNell'ottica di una permanente salvaguardia e della promozione delle specialità alimentari tradizionali, nonché del rilancio del tema delle denominazioni comunali (De.Co.), l'ANCI Lazio ha sviluppato il progetto “Origine comune”, che sarà presentato presso lo spazio della Regione Lazio all'interno di Expo Milano 2015, martedì 6 e mercoledì 7 ottobre.   L'obiettivo dell'associazione dei Comuni del Lazio è quello di divulgare e sostenere con determinazione tutte le specialità alimentari tradizionali (PAT) già censite dall'amministrazione regionale, eccellenti dal punto di vista organolettico, ma che per la loro dimensione produttiva ridotta non possono ambire al riconoscimento DOP e IGP. Partendo dal tema delle De.Co., ideato dal noto scrittore ed enologo Luigi Veronelli, il progetto non si soffermerà solo al riconoscimento del prodotto, ma punterà ad integrare le azioni di tutela con la valorizzazione dei prodotti, coinvolgendo l'intero tessuto produttivo e commerciale del Comune, con particolare attenzione al turismo, alla ristorazione e alla piccola distribuzione alimentare.   La fase preliminare del progetto coincide con una settimana promozionale presso l'Expo di Milano, dove ogni giornata sarà dedicata ad una tipologia tradizionale di prodotto del Lazio. Successivamente, tutti i Comuni che avranno candidato i propri prodotti tipici alla partecipazione del progetto verranno coinvolti direttamente, attraverso lo studio di percorsi di valorizzazione personalizzati.    “Il prodotto locale – dichiara il presidente di Anci Lazio Fausto Servadio - è figlio del lavoro, della cultura, della tradizione dei nostri comuni e abbiamo intenzione di sostenerlo concretamente con il progetto «Origine Comune» che vuole offrire una ribalta a quei prodotti che non hanno caratteristiche e dimensioni per essere dei marchi (Doc, Dop, Igp) ma hanno una qualità superiore. Il tema di Expo in fondo riporta al centro del dibattito mondiale la qualità e la sostenibilità delle produzioni alimentari, esattamente quello che cerchiamo di fare noi nei nostri territori offrendo sostegno alle piccole produzioni affinché abbiamo una nuova opportunità nei mercati globalizzati”.