Notizie

Concerto di Natale: "Doppiounisono" si esibisce nella Concattedrale di Sutri

Promosso dall'omonimo Ensemble vocale tusciano nel corso di almeno sei edizioni, l'appuntamento è ormai un riferimento fisso nel panorama musicale e culturale di Viterbo e provincia. Per l'occasione, verrà utilizzato il monumentale organo Inzoli del 1881



Image title


Si svolgerà sabato prossimo a partire dalle ore 18, nella splendida cornice architettonica della Basilica Concattedrale di Sutri in provincia di Viterbo, il Concerto di Natale a cura dell'Ensemble vocale "Doppiounisono". Si tratterà di un momento musicale di grande rilievo, sotto la direzione del Maestro Lucio Roberti, accompagnato dall'organista Enrico Mazzoni, che sarà suddiviso in due parti: nella prima saranno eseguite melodie natalizie tratte dal repertorio gregoriano, mentre nella seconda parte sarà lasciato spazio al repertorio contemporaneo e moderno. Le note di Bartolucci, Rivoglia e Miserachs quindi saranno riproposte grazie al consueto impegno di un prestigioso Ensemble vocale il quale, approssimandosi il Natale 2015, vuole far entrare ancora una volta il proprio pubblico nell'atmosfera delle feste ormai imminenti, lasciandosi accompagnare dal raffinato e grandioso organo Inzoli, risalente al 1881. Grande è la soddisfazione del Maestro Roberti, che da almeno sei edizioni accompagna questo gruppo composto da circa dieci tra cultori ed amanti della Musica sacra, accomunati da un'unica passione per il canto corale, nonchè da un interessante progetto musicale che spesso si avvale delle location più blasonate della provincia tusciana, tra cattedrali, chiese e siti blasonati o di grande interesse culturale. "Doppiounisono - spiega il Maestro - nasce dall'idea di un gruppo di appassionati di intraprendere, attraverso lo studio individuale e di insieme, un percorso di crescita musicale senza dover necessariamente aderire a schemi convenzionali di organico e repertorio. Per questo motivo - conclude Roberti - la formazione tende a modificarsi di volta in volta nel numero e nel tipo di componenti, ma con il fine di considerare sempre come unica e vera protagonista la Musica". All'appuntamento di sabato prossimo, infine, si lega anche un secondo concerto che sarà tenuto dal Maestro Enrico Barsanti il prossimo 3 gennaio, sempre all'organo monumentale e sempre alle ore 18.