Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Coppa Italia: Lupa Castelli, finale sfumata. Passa il Monopoli

L'undici di Galluzzo, al Quinto Ricci di Aprilia, cede il passo alla squadra pugliese, che affronterà la Correggese nell'ultimo atto della competizione



LUPA CASTELLI - MONOPOLI 0-1 (2-2 ANDATA)

MARCATORI D’Anna (M) al 43’ pt
LUPA CASTELLI ROMANITassi, Mazzei, Colantoni, Icardi (dal 7’ st Di Nezza), De Gol (dal 23’ st La Cava), Baylon (dal 7’ st Chiesa), Kosovan, Barone, Nohman, Boldrini, Siclari PANCHINA Serpietri, Fantini, Traditi, Copponi, Petta ALLENATORE  Galluzzo
MONOPOLI Tognoni, Lubrano, Pinto, Esposito, Castaldo, Gori, Difino, Salvestroni (dal 44’ st El Kamch), Croce, D’Anna (dal 27’ st Manzo), Roncone (dal 38’ st Aprile) PANCHINA Turi, De Luisi, Bitetti, Laboragine, Angelillo, Murano  ALLENATORE Passiatore
ARBITRO  Volpi di Arezzo
ASSISTENTI: Sig. Baldelli di Reggio Emilia, Sig. Trinchieri di Milano
NOTE Ammoniti Icardi, Mazzei, Kosovan, Salvestroni, Croce, D’Anna

Image titleUna Lupa non bella e poco concreta si arrende al Monopoli e saluta la Coppa Italia al termine della semifinale di ritorno, punita da un gol di D’Anna nel finale di primo tempo. Per la gara del Quinto Ricci Galluzzo deve rinunciare a Gordini, colpito da un attacco febbrile, e sceglie di affidarsi alla coppia centrale Baylon-De Gol davanti a Tassi. A destra Mazzei, a sinistra Colantoni, centrocampo con Barone e Icardi, Kosovan gioca tra le linee, alle spalle del trio Boldrini-Siclari e Nohman. I primi minuti scorrono senza particolari sussulti, con la Lupa intenta ad impostare il suo gioco forte del buon risultato dell’andata e un Monopoli attendista che cerca di scoprire il punto debole dei padroni di casa per poter far male. Sono proprio gli ospiti i primi a farsi vedere con il tentativo da fuori di Lubrano, che ci prova da distanza proibitiva senza fortuna. Pochi minuti più tardi è bravo Tassi in uscita bassa su D’Anna, pescato in area da Croce. Ancora pericolosi gli ospiti con un calcio di punizione di D’Anna sul quale il capitano Esposito svetta di testa, anticipando Tassi senza però inquadrare la porta. La Lupa risponde all’11’ con la discesa di Colantoni sulla sinistra: il cross in mezzo del terzino castellano trova la testa di Nohman che però non riesce a colpire il pallone nel modo giusto e non impensierisce Tognoni. Galluzzo per cercare di togliere punti di riferimento agli avversari inverte continuamente Siclari e Boldrini sugli esterni, ed è proprio da loro che nascono le migliori occasioni per i padroni di casa. La più ghiotta parte dai piedi di Barone, che mette in mezzo una palla che Tognoni salva su Boldrini da distanza ravvicinata, mentre sugli sviluppi dell’azione è Kosovan ad avere tra i piedi il pallone del vantaggio, senza trovare la fortuna sperata. Poco dopo la mezzora D’Anna prova a prendere di sorpresa Tassi dalla lunga distanza ma il risultato non si sblocca. Al 38’ sugli sviluppi di un corner Kosovan vede Siclari sulla destra, l’ex San Cesareo sale e scarica un bel tiro che termina di poco a lato. Al 43’ il Monopoli passa però con il gol di D’Anna, che al limite dell’area stoppa un pallone, si gira e supera Tassi con un bel tiro a giro che finisce dritto all’angolino. La Lupa reagisce subito, e si fa vedere prima con Siclari, anticipato dal ritorno difensivo di Esposito, poi con Barone, che ci prova al volo da fuori area. In apertura di ripresa i pugliesi cercano subito il raddoppio: Roncone salva un pallone che sembrava destinato a terminare oltre la linea e mette in mezzo per Croce che non trova la porta. Al 7’ Galluzzo è costretto a stravolgere la formazione per l’infortunio di Icardi, sostituito da Di Nezza che prende posto a destra con lo spostamento di Mazzei al centro della difesa. A centrocampo Chiesa prende il posto dello stesso Icardi, andando a rinforzare la linea mediana dei castellani. Proprio dai piedi di Chiesa nasce la prima azione del secondo tempo dei padroni di casa, ma Castaldo anticipa Siclari in corner vanificando l’occasione per il pari. Al 23’ Galluzzo tenta il tutto per tutto mandando in campo La Cava per De Gol, con lo spostamento di Colantoni al centro della difesa e di Kosovan nel ruolo di terzino sinistro. Sugli sviluppi di un corner l’attaccante castellano mette subito paura ai pugliesi con un bel colpo di testa, ma l’arbitro vede un fallo in attacco. La Lupa ci prova e colleziona una lunga serie di calci d’angolo, il Monopoli sfrutta le ripartenze gettando nella mischia anche Manzo, autore di una doppietta nella gara di andata, partito dalla panchina. Allo scadere la Lupa si rende pericolosa quando il pallone, sugli sviluppi dell’ennesimo tiro dalla bandierina di Barone, finisce tra i piedi di Di Nezza che spara alto. In pieno recupero però il Monopoli rischia di fare male quando El Kamch sciupa malamente un contropiede dei suoi, ritrovatisi improvvisamente in 4 contro il solo Tassi. Sul capovolgimento di fronte Siclari spreca ancora, e il Monopoli si ritrova a festeggiare una finale che alla vigilia in pochi si sarebbero aspettati. A fine gara, nonostante l’amarezza Galluzzo non fa drammi: “ai ragazzi non posso dire nulla, perché usciamo a testa alta e ripartiamo fin da subito per riprendere la nostra corsa già da domenica. Il Monopoli gioca un calcio diverso dal nostro, oggi sono stati più concreti di noi, che anche oggi abbiamo cercato di giocare a calcio, come è nel nostro DNA, senza però riuscire a concretizzare”.