Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Coppa Italia Serie C Femminile, Zaccagnini: "Non faremo calcoli"

Il tecnico della Virtus Ciampino pronto per le Final Eight di domani: primo ostacolo le marchigiane del Flaminia



Image titleLa Virtus Ciampino è a meno di 24 ore dall’esordio nella Final Eight di Coppa Italia di serie C. Una manifestazione che si svolgerà ad Avezzano e che domenica mattina assegnerà l’ambito trofeo. Una stagione fin qui trionfale per la formazione della presidentessa Paola Marcone e di mister Marco Zaccagnini: Final Four di Coppa Lazio dominata e vetta della classifica a sei giornate dalla fine del campionato. Un’avventura che partirà con la sfida contro il Flaminia alle ore 16 di domani pomeriggio. 

E’ proprio il tecnico giallorosso Zaccagnini a presentare la vigilia delle sue ragazze.


Mister, come arrivate a questo importante appuntamento?

“Sinceramente Iniziamo a sentire un po’ di stanchezza per una stagione lunga, nella quale abbiamo profuso uno sforzo notevole per ottenere la testa del campionato e la vittoria in Coppa Lazio. Le ragazze sono comunque tutte a disposizione e pronte per l’appuntamento”.


Il primo ostacolo sarà rappresentato dalle marchigiane del Flaminia. Che gara sarà?

“Non siamo stati molto fortunati nel sorteggio, dal momento che è una squadra che ha già militato in serie A e quindi è più pronta per questo tipo di partite. Noi pecchiamo un pochino in esperienza e questo potrebbe fare la differenza, al di là di una questione tecnico o tattica. In questo tipo di competizioni è favorita chi ne ha giocate di più. Noi lo abbiamo visto nella Final Four di Coppa Lazio, quando tutti si aspettavano la Fenice in finale ed invece a passare è stata la Briciola. In una gara secca, però, ci sono tante altre motivazioni che possono fare la differenza”.


Vedendo le altre squadre, chi vedi favorita?

“Non saprei, perché sono concentrato e pronto per la sfida contro il Flaminia. So che la formazione veneta e quella abruzzese sono molto attrezzate. Noi partiamo senza fare calcoli. Queste finale sono per noi qualcosa di inatteso e le vivremo senza particolari apprensioni. L’aspetto che mi preme di più è che le mie ragazze giochino al loro livello solito”.


Silvia De LucaSiete arrivate a queste finali senza aver giocato il turno preliminare. Per voi è stato un vantaggio o uno svantaggio?

“Uno svantaggio. Se avessimo giocato il turno preliminare avremmo potuto avere un termine di paragone e capire meglio quello che ci aspetta. Le Final Eight non consentono errori, se sbagli torni subito a casa. Due gare in più ci avrebbero permesso di valutare meglio le altre formazioni, ma anche le nostre avversarie avranno le loro difficoltà. Sono una squadra molto matura, non solo in termini di esperienza, ma anche di età, e cercheremo di usare la nostra maggiore brillantezza. Sarà un match duro, contro un avversario di rango superiore”.


Dopo la Final Eight ci sarà il rush finale della stagione. Due mesi decisivi.

Quella di domani è una situazione a parte. Fare bene può darci una ulteriore carica. Noi siamo pronte per lottare fino alla fine. Penso che il campionato si deciderà nella prossime due gare quando affronteremo New Team e Fenice. Finora abbiamo gestito al meglio la situazione. Il nostro obiettivo è quello di vincere il campionato e siamo concentrate e pronte per le partite restanti”.