Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Coppa Lazio, Baldasseroni trascina la Briciola in finale

La tripletta della giocatrice biancorossa corona la rimonta del team di coach Bianchi, che vince ai supplementari. La fenice sciupa il doppio vantaggio



BRICIOLA – VIRTUS FENICE 3-2


MARCATORI
Chimera 29’pt (F), Capparella 6’st (F), Baldasseroni 13’st, 16’st 3 4’sts (B)

BRICIOLA Mezzi, Piersimoni, Bennati, Campanelli, Caruso L., Falsetti, Piantellino, Bucchi, Baldasseroni, Gambuti, Mascoli, Caruso C. ALLENATORE Bianchi

VIRTUS FENICE Cerracchio, Zeppoloni, Chimera, Vespa, Quintini, Fougier, Volpi, Foti, Fano, Galli, Capparella, Rippa ALLENATORE Casciotti

ARBITRI Pieralisi di Aprilia, Butera di Cassino

NOTE Ammoniti Falli 4-2, 5-4 Rec. 0’pt – 1’st


La Briciola vola in finaleLa Briciola rimonta due reti alla Virtus Fenice e grazie alla grande giornata della Baldasseroni si impone 3-2 e accede alla finale di domani. Il gol vittoria è arrivato nell’ultima azione dei supplementari, quando ormai sembravano inevitabili i calci di rigore.


Primo tempo. Fenice subito in avanti con Vespa, ma Caruso sventa la minaccia in tuffo. La gara stenta a decollare, ma al 14’ capitan Fano calcia di poco alto da buona posizione. A metà della prima frazione la Fenice prende decisamente in mano le operazioni. Al 16’ una punizione di Zeppoloni, deviata da un difensore, viene respinta dal portiere biancorosso. Al 23’ ci prova Vespa dalla distanza, ma Caruso respinge in tuffo. Il vantaggio arancionero arriva a un minuto dall’intervallo: bella azione sulla sinistra di Zeppoloni e palla al centro per Chimera, che insacca a porta vuota.


Secondo tempo. Nella ripresa, la Briciola prova a ristabilire subito la parità con Gambuti, ma la sua conclusione è troppo centrale per impensierire la Cerracchio. Al 5’ risponde la Fenice: lancio lungo di Vespa e colpo di testa di Chimera, con la sfera che termina di poco sopra la traversa. L’azione è il preludio del raddoppio che arriva al 6’. Azione sulla sinistra di Chimera e palla sul secondo palo per Capparella, che trova il varco sull’uscita di Caruso. Il 2-0, però, non taglia le gambe alla Briciola, che in pochi minuti si riorganizza immediatamente. Il gol che dimezza lo svantaggio arriva all’improvviso con Baldasseroni, al 13’, persa colpevolmente dalla difesa della Fenice. La rete dà nuova linfa alla formazione della Bianchi, che tre minuti più tardi trova anche il pareggio, con una punizione di Baldasseroni, che chiude la doppietta personale. Nella seconda metà della ripresa, i ritmi calano vistosamente ma al 29’ la Briciola sfiora il colpaccio. Tiro di Baldasseroni, respinta di Cerracchio, e salvataggio di Vespa sul tentativo di tap in di Piersimoni. Match che va dunque ai supplementari.


Supplementari. Nel prolungamento, la Fenice va vicina al tris con la scatenata Baldasseroni, che calcia al volo su assist di Chimera, ma la sfera si spegne alta sulla traversa. Nel secondo tempo supplementare, la Briciola si rende pericolosa con due azioni personali di Piersimoni e Caruso, che non inquadrano lo specchio. La squadra biancorossa trova comunque la meritata rete della vittoria, ancora con una super Baldasseroni, autrice di una tripletta, che controlla un lancio di Caruso e beffa la retroguardia della Fenice.