Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Cosa è successo nella 7ª giornata di campionato

Nel girone G l'Albalonga scalza l'Ostiamare dalla vetta, esordio con pari per Nofri a Nuoro; nell'H il Fondi dilaga a Gallipoli, brutto ko per l'Aprilia a San Severo



Anche la settima giornata di campionato è stata archiviata, ed andiamo quindi ad analizzarla più nel dettaglio.
Gagliarducci solo al comando del girone GGIRONE G. L'evento principale della giornata è il sorpasso in vetta alla classifica operato dall'Albalonga ai danni dell'Ostiamare: sabato i lidensi sono incappati nella loro seconda sconfitta stagionale per mano della Torres, vittoriosa con il punteggio di 3-2, ne approfittano quindi i castellani che domenica hanno espugnato con un secco 3-1 il Madami di Civita Castellana, Flaminia matata grazie alle reti di Corsetti, Pintori e del solito Cruz. La matricola terribile guarda ora tutti dall'alto, e se lo fa deve ringraziare soprattutto il suo reparto d'attacco, autore di ben diciannove reti, di cui undici realizzate dal capocannoniere Wilson Cruz. Nell'altro anticipo di sabato la Viterbese, che vedeva l'esordio in panchina del nuovo tecnico Federico Nofri, va ad impattare per zero a zero sul difficile campo della Nuorese al termine di un match ben interpretato dalla compagine gialloblu, che forse avrebbe meritato un qualcosa in più. Pareggi preziosi quelli rimediati dal Trastevere, 0-0 a via Vitellia contro l'Arzachena, e dal Rieti, che trova un rocambolesco 2-2 in casa contro l'Olbia di Oberdan Biagioni. Ha lottato fino alla fine ma non c'è l'ha fatta il Cynthia, che torna sconfitto solo nel punteggio dalla trasferta di Grosseto: 3-2 il risultato finale a favore dei toscani ma i ragazzi di Santolamazza hanno spaventato i più quotati avversari, confermando ancora una volta di essere una delle compagini più organizzate ed insidiose del girone G. E' l'Astrea ad uscire vincitrice dall'importante scontro del Roberto Pera, dove i ministeriali hanno battuto i padroni di casa del San Cesareo per 2-1 grazie alle reti di Gaeta e Simonetta. Prima vittoria in campionato per i romani che confermano il loro buon momento di forma, mentre il San Cesareo è costretto ad incassare la quinta sconfitta consecutiva: momento delicato per i rossoblu, al termine della gara infatti Roberto Coscia ha rassegnato le dimissioni, prontamente respinte dalla dirigenza, ma urge un cambio di marcia ed infatti la società pare si stia muovendo sul mercato alla ricerca di elementi di esperienza da inserire nel giovane gruppo a disposizione del tecnico.
Brutto ko per l'Aprilia di FattoriGIRONE H. Facile vittoria dell'Unicusano Fondi sul campo del fanalino di coda Gallipoli, cinque a uno il risultato finale a favore del team di Pochesci, al quinto risultato utile consecutivo. Esordio positivo per Foglia Manzillo sulla panchina del Serpentara BellegraOlevano, che ritorna dalla trasferta di Picerno con un bel pari: due volte sotto nel punteggio i laziali hanno sempre recuperato e nel finale di gara hanno anche avuto la chance per portarsi a casa la vittoria. Ma va bene così, la crescita intrapresa dalla squadra appare sempre più evidente. Uno a uno con polemiche invece quello tra Isola Liri e Potenza, match carico di tensione (tre gli espulsi), ed i lucani protestano per un arbitraggio non all'altezza della situazione. Chiudiamo con la bruttissima sconfitta rimediata dall'Aprilia in casa del San Severo, 5-1 il risultato finale a favore dei padroni di casa grazie alle cinque marcature di Lattanzio. Urge una scossa da parte delle rondinelle, prima che la situazione si faccia pesante.