Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

CreCas e Civitavecchia si annullano, ma i padroni di casa pagano la sfortuna

La compagine di Manrico Berti colpisce due traverse con Petroccia e Calabresi



CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA – CIVITAVECCHIA 0 – 0     

CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA Lauri, Tocci, Pangallozzi, Gonini (9' st Petroccia, 34' st Serini), Calabresi, Corsi, Cupelli, Hrustic, De Lucia (16' st Pangrazi), Saliou, Bacchi PANCHINA Arbace, Riccioni, Pasquarelli, Di Cesare ALLENATORE Berti 

CIVITAVECCHIA Paracucchi, Bangrazi, Brunetti, Barluzzi, Ianzi, D'Amore, Gambi, Barra, Hasa, Elisei (38' st Paolini), Yamani (28' st Pierri) PANCHINA Notari, Roccisano, Mariani, Cherubini, Di Marco ALLENATORE Insogna 

ARBITRO Marchioni di Rieti 

ASSISTENTI Minà e Pressato di Latina 

NOTE Ammoniti Calabresi, Bacchi, Barra, Yamani. Angoli 5 – 3. Rec. 3' pt, 3' st.    

Manrico Berti, tecnico del CreCas0 a 0 è l'esito di CreCas Città di Palombara e Civitavecchia. Al “Giovanni Torlonia” le compagini messe in campo da Berti e Insogna si annullano, con i rossoblu che nella seconda frazione di gioco hanno la sfortuna dalla loro parte: bene due traverse negano la gioia in un match che avrebbe potuto restituire morale ai sabini, dopo le ultime sconfitte in campionato e in Coppa. I primi a proporsi nella metà campo avversaria sono gli ospiti: al 3' Hasa calcia una punizione dalla lunga distanza impegnando Lauri, che smanaccia in corner. Al 18', dalla parte opposta del campo, Hrustic si impossessa della sfera ai 30 m, appoggia per Saliou e il numero dieci pesca l'inserimento in area di Bacchi, che va con l'esterno superando Paracucchi, ma non D'Amore, che salva miracolosamente sulla linea. Le occasioni sono tutte a tinte rossoblu: al 34' Saliou dribbla un uomo e tenta dal limite mandando fuori e 6' dopo, ancora il senegalese riesce ad entrare in area e a mettere alla prova l'estremo difensore ospite, che respinge con i piedi. Il neo acquisto della squadra di Berti sembra poter fare la differenza e al 44' allarga a destra per Cupelli, che, dopo aver evitato un avversario, conclude da distanza ravvicinata: fuori di poco. Nella ripresa è Petroccia, subentrato a Gonini, a incaricarsi di una punizione dai 20 metri: rincorsa, tiro e traversa interna. 4' dopo traversone di D'Amore a scavalcare la difesa sabina verso Hasa defilato a sinistra, che scaglia il tiro, sprecando. È un botta e risposta e al 27' Pangrazi, dopo una serie di batti e ribatti in area, prova la rovesciata su cui si immola Barra. Sul corner successivo, Petroccia crossa verso l'area, dove incorna Calabresi centrando in pieno la traversa. Al 45' il nerazzurro Hasa riceve da Pierri e mantiene il pallone in area concludendo con un tiro fuori misura, così come  lo stesso Pierri, che spreca l'ultima occasione.