Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

CreCas, le prime parole di Taverna: "Voglio portare entusiasmo"

Parla il nuovo acquisto che completerà il gruppo di attaccanti a disposizione di Manrico Berti: "Sono qui anche per prendermi ciò che in passato mi è stato tolto"



Tommaso Taverna ©CreCas Città di PalombaraTommaso Taverna, attaccante classe 1993: è lui il nuovo volto del CreCas Città di Palombara, che andrà a completare il reparto avanzato del gruppo allenato da Manrico Berti. Queste le prime dichiarazioni della punta, che ne approfitta per togliersi qualche sassolino dalla scarpa e mostra convinzione e entusiasmo sul campionato della squadra. 

Tommaso, inizia raccontandoci qualcosa della tua esperienza a Palermo, in una società professionistica.
È stata l'unica ed è stata una bella esperienza, sia a livello calcistico, che umano, perché sono cresciuto molto, essendo l'età dell'adolescenza: è stata positiva.

E per quello che riguarda il presente, che cosa pensi di poter dare a questa squadra?
Sicuramente un po' di entusiasmo considerata la mia età, la mia voglia di riprendermi quello che mi è stato tolto e di fare bene.

Questa nota polemica a cosa è dovuta?
È solo un appunto che qualcuno sicuramente capirà, perché dopo l'anno a Civita Castellana in cui ho fatto bene, non si è concluso qualcosa che mi era stato promesso.  

Secondo te c'è qualcosa che manca al CreCas?
Quella che ho visto domenica è stata una buona partita contro una squadra quadrata come il Ladispoli che avevo già affrontato con la Nuova Sorianese. Quella che è mancata è stata la cattiveria, nonché la fortuna.

Il problema del CreCas è stato spesso in fase realizzativa: pochi gol rispetto alle occasioni create in partita. In questo senso credi di poter dare una mano?
Ci sarà il mio impegno, sono qui per questo. Sicuramente con Michele Gallaccio e Angelo Pangrazi faremo bene, ne sono convinto. 

Concludiamo descrivendo il gol più bello in carriera.  
Uno recente in Coppa Italia contro il Real Monterosi che è valso il passaggio del turno: ho ricevuto un cross a mezza altezza e ho tirato al volo di destro mandando sotto l'incrocio.