Notizie

Crisi, dubbi e speranza al Teatro India

Fino al 29 marzo "Tra cielo e terra. Sacro e profano nel teatro presente", la rassegna dedicata ai temi dello spirito a cura del Teatro di Roma in collaborazione con I Teatri del Sacro e Federgat



Image titleFino al 29 marzo al Teatro India Elena Bucci, Valter Malosti, Danilo Nigrelli, Laura Nardi, Clara Gebbia e Katia Ippaso saranno alcuni tra gli artisti protagonisti del progetto Tra cielo e terra. Sacro e profano nel teatro presente, la rassegna dedicata ai temi dello spirito a cura del Teatro di Roma in collaborazione con I Teatri del Sacro e Federgat. Un ciclo di quattro spettacoli vincitori dell’edizione 2013 del Festival I Teatri del Sacro, che anticipa la nuova edizione in programma a Lucca dall’8 al 14 giugno.

Gli spettacoli in scena raccontano tutti storie di crisi. Che sia la crisi economica, come in Paranza, il miracolo un progetto di Clara Gebbia, Katia Ippaso, Enrico Roccaforte e Antonella Talamonti (10-15 marzo), che toglie il lavoro e la stabilità; che siano le domande di un bimbo che pongono in maniera semplice i grandi interrogativi della vita, raccontate da Rilke in Storie del buon Dio con Danilo Nigrelli e Laura Nardi (17-19 marzo); che sia, come In canto e in veglia di Elena Bucci, l’elaborazione di un lutto che diventa una festa di famiglia (20-22 marzo), o che sia infine un percorso di ricerca e pellegrinaggio come nel poema di Melville Clarel, portato in scena da Valter Malosti (27-29 marzo). Che siano precetti religiosi, una spiritualità naturale, una vocazione mistica o filosofica, la cultura di un popolo o la tradizione di una famiglia, Tra cielo e terra propone un percorso teatrale laico che indaga il sacro senza pregiudizi, aprendo mente e anima alle grandi domande dell’esistenza. Nell’ambito del progetto si inserisce l’evento speciale Un castello nel cuore, uno spettacolo di Michele Di Martino, per la regia di Maurizio Panici e con Pamela Villoresi, dedicato alla figura femminile di Santa Teresa d’Avila. Lo spettacolo sarà in scena dal 31 marzo al 12 aprile presso il Palazzo della Cancelleria in Piazza della Cancelleria.