Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Cristofoli carica il Real Podgora, impegnato nella delicata trasferta di Minturno

La formazione pontina vuole uscire dal momento delicato. Il pivot: "E’ come nella canoa, il mister detta i tempi e dà gli ordini, noi dobbiamo solo remare nella stessa direzione"



Image titleDopo il rinvio della settimana scorsa contro la Vigor Cisterna (recupero in programma la sera del prossimo mercoledì al Marconi) torna il campionato per il Real Podgora. La squadra di Paccassoni infatti deve tornare alla vittoria dopo un periodo decisamente delicato dal punto di vista dei risultati. Nelle ultime tre sfide infatti sono arrivate due sconfitte in campionato (anche se con big come Gaeta e Velletri) e l’amara vittoria di Coppa con il Genzano che è costata comunque l’eliminazione del turno. Il carattere di questa squadra però è ormai noto a tutti e la trasferta di Minturno con il Città di Marina è l’occasione giusta per ripartire. «Per vincere bisognerà fare come nella canoa – ha dichiarato il pivot Denis Cristofoli – il mister è quello che comanda, che porta i tempi, e tutti noi dovremo remare nella stessa direzione, così si vincerà facile.  Avremo potuto fare molto meglio fino ad ora anche se sono convinto che i punti persi ce li riprenderemo durante l’anno. Siamo comunque una neopromossa ma se riuscissimo ad abbinare un paio di dettagli potremo lottare per traguardi importanti, di questo ne sono sicuro». Caparbietà, professionalità e gol per un giocatore da subito importante per squadra, società e tecnico. Cristofoli non ama parlare molto perché scalpita per portare tutta la propria rabbia sul campo: «Delusione? Forse di risultati perchè di gioco stiamo migliorando parecchio. In Coppa per esempio abbiamo dato tanto e meritavamo la qualificazione, poi cinque minuti di sbandamento hanno compromesso tutto. Anche con Gaeta e Velletri abbiamo perso ma con nostri errori individuali, non abbiamo ancora incontrato una squadra che ci ha surclassato sul piano del gioco. Ho visto partite combattute, giocate alla pari con ogni avversaria». I minuti di blackout sono stati una costante in questo primo scorcio di campionato per il Podgora: «Serve maggior concentrazione – chiude l’ex giocatore della Rapidoo Latina – il mister ha pienamente ragione. Si può anche fare una grande prestazione per cinquanta minuti ma se poi per due minuti di deconcentri comprometti l’intera partita. A noi quest’anno è già capitato parecchie volte: avere in mano la partita e non fare risultato per disattenzione di pochi istanti. La categoria è diversa rispetto all’anno scorso ed abbiamo anche nuovi compagni ma stiamo facendo tutti molto bene, sono ancora convinto che ci toglieremo delle belle soddisfazioni». Tra i convocati di mister Paccassoni ancora nessuna novità per il rientro di Piovesan, infortunatosi con il Gaeta mentre si fermano anche Altobello e Barbierato non convocati.


Convocati Ciarla, Compagni, Mameli, Capogrossi, Montalto, Ciuffa, D’Uva, Zacchino, Cristofoli, Rizzato, Bacoli, Cesari