Notizie

Crolla la traversa! Sospesa l'amichevole tra Cpc 2005 e Sporting Città di Fiumicino

Un tiro all'incrocio dei pali dell'aeroportuale Gamboni mette ko la porta e costringe il direttore di gara a decretare la fine del test amichevole, sul parziale di 3-1 per lo Sporting. Incolume l'estremo difensore biancorosso Desini



Finisce in maniera rocambolesca la gara tra il Città di Fiumicino e la Compagnia Portuale, dopo 85 minuti di buon calcio di fronte una buona cornice di pubblico. L’episodio che sancisce la fine delle ostilità avviene dopo un tiro del giocatore Gentili del Fiumicino all’85’, con il pallone che finisce sull’incrocio dei pali alla destra di Desini e fa crollare la traversa in terra, lasciando fortunatamente incolume il portiere Portuale. A parte questo episodio colorito è stato un buon banco di prova per la CPC, con il mister Castagnari che a fine partitac ommenta: “Buona gara in un primo tempo alla pari con una formazione di categoria superiore. Ci farà comodo ed esperienza quando giocheremo contro i nostri avversari diretti di categoria. Buon test cosi come gli altri, studiati a tavolino per fare esperienza e non con le classiche goleate finali!”

Quel che rimane della porta mandata al tappeto dal tiro di Gamboni (foto Cpc2005)Si è assistito ad un buon primo tempo con i rossi portuali sciolti nella manovra e capaci di arginare ogni manovra avversaria. Vanno in vantaggio con una prodezza all’11 di Elisei, costante nei movimenti di tutta la gara e all’altezza delle aspettative iniziali di stagione con una partita in avanti da protagonista su ogni pallone, toccato imperversando a destra e sinistra per finire nel secondo tempo al centro al posto dell’altrettanto ottimo Loiseaux.Il sunto è tutto qui in una squadra accorta quella portuale e pronta a ripartire di manovra senza mai sprecare un pallone dalla propria porta, che ha spesso messo in difficoltà l’avversario. Il pareggio del Fiumicino giunge su calcio di rigore per un’ingenuità difensiva. Da annoverare a dovere di cronaca la buona partita oltre che all’autore di due dei tre gol del Fiumicino Di Fiandra, anche del difensore Pompei e dell’avanti Sargolini, autori entrambi di tante scorribande con cross precisi al centro per gli avanti giallo-arancione, quasi tutti respinti dalla difesa portuale. Il secondo tempo dopo le tante sostituzioni fatte da entrambe le squadre in tutti i reparti, ha visto le due compagini affrontarlo in maniera diversa. Quella romana sicuramente atta a non sfigurare e portare a casa il risultato ad ogni costo, e quella portuale nell’assimilazione degli schemi anche con i giovani. Risulterà a vedersi meno sciolta nei movimenti, ma che ha permesso ai veterani di richiamarli spesso agli ordini, infondendogli un allenamento nella partita. Tutto questo farà comodo più avanti quando gli stessi saranno impegnati nei match che contano, amalgamati con la squadra in maniera globale. Per la cronaca parte bene la CPC che al primo minuto su un errore del portiere romano con Loiseaux ha la possibilità di segnare, ma il tiro respinto finisce in angolo. Al 7′ ci prova il Fiumicino con untiro da fuori di Blasi che finisce alto. All’11 il gol su rinvio di Marani si invola Elisei che a tu per tu con il portiere lo supera con un pregevole pallonetto. Al 14′ è sempre Blasi che di testa dopo un corner deposita il pallone tra le mani di Marani. Al 16 combinazione tra Pappalardo e La Rosa dei portuali che tira tra le mani del portiere romano. AL 30′ pareggio del Fumicino su calcio di rigore trasformato da Di Fiandra dopo una trattenuta in area. Al 31 da applausi per il gesto ma abbondantemente a lato la rovesciata di Sargolini. Al 38′ Di Gennaro dopo una percussione centrale impegna il portiere ospite a terra. Finisce cosi la prima frazione con il punteggio di 1 a 1 ma con i rossi in debito di fortuna nelle realizzazioni a fronte del gioco.

Al 3′ del secondo tempo su errore veniale di Desini subentrato Marani, Gamboni ha la possibilità di realizzar ma il tiro finisce sul fondo. AL 6′ Elisei si invola sulla fascia e in azione corale la palla arriva a Bevilacqua che da fuori tira senza scardinare la rete. Al 20′ il raddoppio del Fiumicino su incornata di Di Fiandra, lesto a mettere alle spalle dell’incolpevole Desini dopo un cross dalla tre quarti. Al 39′ su punizione Di Gentili non trattenuta da Desini la terza rete romana. Al 40 l’episodio che sancisce la finedelle ostilità, con il tiro di Gentili che era finito alle spalle di Desini dopo aver impattato sull’incrocio, facendo cadere in terra subito dopo la porta lasciando incolume lo stesso portiere. Per la cronaca crediamo noi, visto la non eccessiva forza dell’esecuzione, che fosse già poco stabile da qualche minuto a insaputa di tutti, ma provvidenzialmente nessuno si è comunque procurato lesioni. In settimana il duo Di Luca-Castagnari avrà ancora da lavorare, ma gli auspici senza dubbio sono buoni per il futuro.