Notizie

Cuore Atletico 2000: Ladispoli battuto in rimonta

Tirrenici avanti ad inizio match è decisivo il micidiale uno-due dei padroni di casa firmato da Gagliassi e Corrado che con i loro gol regalano un successo prezioso alla squadra capitolina



11a Giornata - 13 dic 2014
2 - 1

MARCATORI 10’ pt Di Filippo (L), 32’ pt Gagliassi (A), 4’ st Corrado (A).
ATLETICO 2000 Rosiello, Mariotti, Corrado, Errichiello, Zihhiotti, Gagliassi, Vagnoni (16’ st Felea), Cespuglio (28’ st Scarozza), Santi (38’ st Tramentozzi), Persia (31’ st Marchitelli), Gabrielli. A disp.: Maghini, Pileghi, Maratea. ALLENATORE Mariotti.
LADISPOLI Salvato, Delpriore (31’ st Buonanno), Bareiacchi, Di Filippo, Veneziale, D’Ascanio, Vagnarelli (18’ st Aliberti), Sarritzu (8’ st De Marco), Mendola, Monici (1’ st Pallozzi), Falco. A disp.: Accoroni, Larocca, Hei. ALLENATORE Pasqualini.  
NOTE Ammoniti Rosiello, Santi, Veneziale, Pallozzi. Espulsi Di Filippo.

Esulta l'Atletico 2000 ©photosportromaGrande partita tra Atletico 2000 e Ladispoli: dopo l’iniziale svantaggio sono i padroni di casa a festeggiare. Nel corso del primo tempo però sono i tirrenici a tenere in mano il pallino del gioco. Ci prova subito Falco con una gran conclusione da fuori area che solo per poco non prende il bersaglio grosso. Cinque minuti dopo ospiti ancora pericolosi, ma ancora imprecisi con Mendola. È solo il preludio al gol che arriva al 10’ grazie ad un gran punizione di Di Filippo. L’Atletico 2000 non riesce a costruire molto in attacco ma sfrutta alla perfezione una delle poche occasioni create: calcio d’angolo di Errichiello e deviazione decisiva di Gagliassi che gonfia la rete. La rete da nuova linfa ai padroni di casa che rientrano in campo nella ripresa, vogliosi di acciuffare il vantaggio. Presto detto: al 4’ a gonfiare la rete ci pensa Corrado che un pregevole pallonetto supera Salvato e firma la rimonta. Il Ladispoli prova a reagire ma in più di un’occasione è decisivo il portiere biancorosso Rosiello che abbassa la saracinesca e grazie ai suoi interventi mette in cassaforte i tre punti fino al triplice fischio dell’arbitro.