Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Curiosità e approfondimenti della 23ª giornata di campionato

La Boreale cade ancora, l'Atletico Vescovio ringrazia e si prende la vetta del gruppo A. Il girone B si tinge sempre più di giallonero: La Sabina inarrestabile, in quattro per i restanti posti del podio



Fughe, sorpassi, brusche frenate e forse già qualche ritiro annunciato: questo campionato di Promozione assomiglia sempre più ad una gara di ciclismo, e l'ultima tappa - la numero ventitré - lo conferma.

Nel girone B il La Sabina di Fabio Gentili è sempre più in volata solitaria.Fabio Gentili I cinque schiaffi al fanalino di coda Football Riano, oltre ad incrementare la fiducia nei propri mezzi, consentono ai gialloneri di mantenere invariato il distacco dalla rinata Valle del Tevere e di prendere altri 2 punti di vantaggio sul La Rustica, che rischia grosso in casa contro un rognoso Cantalice. La Sabina che, dunque, da squadra rivelazione del campionato si conferma di domenica in domenica la pretendente numero uno alla vittoria finale. Sorpasso e prove di fuga anche in cima alla classifica del gruppo A, con un Atletico Vescovio spietato che fa un sol boccone del La Storta e scavalca l'ammaccata Boreale, al secondo tonfo consecutivo sul campo di un Ronciglione United in salute: i biancorossi di Christian Argento si prendono con rabbia la testa del girone e, insieme ai loro supporters, non hanno nessuna intenzione di abbandonarla. Non solo Vescovio e Boreale per lo scettro del gione A: a 2 punti dal gradino più alto del podio c'è il Tolfa di Mario Bentivoglio, che vince di misura contro l'ultima in classifica e si mangia le mani per il mezzo passo falso di domenica scorsa in casa contro il Santa Severa.

Mauro CatracchiaAlle spalle dei team battistrada, c'è chi continua a pedalare in silenzio e a scalare la classifica. E' il caso del Soccer Santa Severa di Mauro Catracchia, a -4 dalla vetta dopo il successo sulla Caere e il contemporaneo scivolone casalingo della Compagnia Portuale, e di Sant'Angelo Romano e Spes Poggio Fidoni, autentiche protagoniste della bagarre per il secondo posto nel gruppo B. Secondo posto a cui avrebbe potuto ambire anche il Guardia di Finanza di Berruti, ma i gialloverdi sembrano aver perso lo smalto del girone di andata e dopo lo 0-0 in casa della Vi.Va. perdono, con ogni probabilità, anche l'ultimo treno per i play off. In coda, Fortitudo Calcio Roma e Santa Marinella non vanno oltre il pari nello scontro diretto e si inguaiano con le proprie mani. Guai più grossi, invece per Tor di Quinto e Pianoscarano, che dopo gli ennesimi zero punti portati a casa iniziano a intravedere i titoli di coda sulla propria stagione.

Le dichiarazioni dei protagonisti

Ronciglione United – Boreale 1-0
Sergio Oliva, allenatore Ronciglione: “Una buona prestazione, figlia anche dell'ottimo momento che stiamo attraversando. Gli ultimi risultati ci hanno consentito di affrontare la capolista con tranquillità e alla fine credo che il risultato sia più che giusto. Rimpianti per la prima parte di stagione? Mario BentivoglioQualcuno, anche se la verità è che non abbiamo mai avuto la rosa al completo. Non è un alibi, ma un dato di fatto. Adesso gli obiettivi non sono più quelli prefissati in estate, lo so io, lo sa il direttore sportivo, lo sa la squadra. Ma proveremo a vincere di domenica in domenica e i conti li facciamo alla fine”.

Pianoscarano – Tolfa 0-1 Mario Bentivoglio, allenatore Tolfa: “E' stata una partita dura contro una squadra che ha lottato fino all'ultimo minuto. D'ora in avanti sarà sempre così: le squadre che devono salvarsi non ti regalano niente. Adesso siamo a due punti dalla vetta ce la giocheremo fino alla fine, ma il campionato è lungo. Sono convinto che fortuna, sfortuna, torti arbitrali alla fine si equivarranno per tutti: chi vincerà il campionato avrà meritato.

Fortitudo C. Roma – Santa Marinella 1-1 Pasquale Mollicone, allenatore Fortitudo: “E' stata una partita brutta, in cui abbiamo subito l'ennesimo rigore contro, il settimo in sei partite, con espulsione per il mio difensore: non ho più parole”.