Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

D'Agostino super e l'Unicusano Fondi vola contro l'Olbia

L'ex Terracina sigla la doppietta che consente ai rossoblu di far bottino pieno



14a Giornata - 07 dic 2014
2 - 0

MARCATORI 24’ pt (UF, rig.), 10’ st (UF) D’ Agostino.
UNICUSANO FONDI: Coletta, Cirilli, Pompei, Nappo, Barbato, Rinaldi, Bertoldi (19’ st Bocchino), Evangelisti, Cardillo, D’ Agostino, Angelilli (25’ st Donisa) PANCHINA Di Loreti, Garofalo, Romano, Moccia, Attili, Giordano, Avallone ALLENATORE Pochesci.
OLBIA: Sannino, Ravot (1’ st Doddo), De Cicco, Steri, Peana, Varrucciu, Budroni, Masia (12’ st Franzese), La Cava (19’ st Malesa), Molino, Oggiano. PANCHINA Deiana, Taras, Brenci, Murgia, Capuano, Mbaye Khalifa.ALLENATORE Biagioni.
ARBITRO: Cudini di Fermo (Cefariello-Bagnati)
NOTE: spettatori  250 circa, bella giornata di sole; ammoniti Rinaldi, Evangelisti (UF) Budroni, Varrucciu, Doddo (O) ; Rec. 1’ pt , 5’st

©CENCIAtteggiamento speculare delle formazioni, che iniziano entrambe con un 4-2-3-1: fondani in campo con tanti volti nuovi. E la prima occasione è dei locali, dopo sei minuti, grazie ad una conclusione dalla disfanza di D’ Agostino, sulla quale Sannino deve distendersi in tuffo per deviare in angolo; la risposta sarda arriva poco dopo il quarto d’ ora, con una punizione insidiosa di Molino che Coletta respinge a terra in tuffo. Fondani nuovamente pericolosi in due circostanze all’ altezza del ventesimo, entrambe con Cardillo: nella prima è Sannino ad opporsi alla grande, nella seconda il centravanti perde invece l’ equilibrio e non riesce a concludere come vorrebbe. Il goal del vantaggio locale arriva però al 24’: D’ Agostino viene toccato fallosamente in area da Steri, l’ arbitro assegna il rigore che lo stesso numero dieci trasforma, insaccando nell’ angolo basso alla sinistra di Sannino. I  fondani continuano a spingere, ed al 32’ Sannino si deve ancora opporre alla grande per deviare in angolo una punizione a girare di Angelilli. Il secondo tempo vede l’ Olbia partire con maggiore intraprendenza, e dopo sei minuti è Oggiano a sfiorare il palo alla destra di Coletta; e nel momento in cui i sardi provano a rimettersi in carreggiata, ecco che arriva il raddoppio, grazie ad un’ autentica “perla” di D’ Agostino, che dal limite dell’ area insacca il pallone a girare, nell’ angolo alto, per lo scrosciante applauso del pubblico presente. E qualche istante sarebbe anche arrivato il terzo goal, se non fosse stato per una gran parata di Sannino (migliore in campo, insieme al numero dieci di casa) su una girata di testa di Cardillo a seguito di un cross di Angelilli. Lo stesso D’ Agostino chiama Sannino all’ ennesima gran deviazione in angolo (86’), mentre tra gli ospiti è Molino l’ ultimo ad arrendersi, chiamando Coletta a due grandi interventi: il primo al 73’ (spettacolare palla alzata in angolo), ed il secondo in pieno recupero, con una parata a terra su girata di testa. Ma alla fine la festa è tutta rossoblù.