Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

D'Aiello sorprende l'Aprilia: il San Lorenzo pareggia 2-2

Dopo il vantaggio costruito nel primo tempo, la squadra di Maccechini si arrende davanti alla punizione del calciatore biancorosso nei minuti finali



Aprilia-San Lorenzo, un'azione di gioco ©PhotoSportRomaAPRILIA - SAN LORENZO 2-2
MARCATORI 13'pt Signorello V. (A), 15'pt Camillo (S), 25'pt Giurelli (A), 28'st D'Aiello (S)
APRILIA Marelli, Milanese, Sordilli, Mazzaroppi, Di Meda (2'st Signorello D.), Gambucci, Longobardi (15'st Cavariani), Signorello V.  (10'st Trincia), Sciarra (2'st Zanellato), Giurelli (20'st Romagnoli), Carini (15'st Rossi) ALLENATORE Maccechini
SAN LORENZO Carletti, Sistopaoli, Zuppante (10'st Bonini), Lalli, D'Angiolella (15'st Ticconi), Palone, Cecchini (12'st Minella), Ciprelli, Migani (12'st Criscuolo), Notari, Camillo(15'st Pontani) PANCHINA Ferri ALLENATORE Altobelli
ARBITRO Monterosso di Roma 2
NOTE Ammoniti Mazzaroppi, Rossi Cavariani Angoli 3-1 Rec. 3'st


Partita strana quella tra Aprilia e San Lorenzo: finisce 2-2 con i capitolini che trovano il pareggio asorpresa nei minuti finali (conditida troppo nervosismo e  da una troppo severa direzione di gara)  grazie ad una gran punizione di Luca D'Aiello.
Primo tempo. Dopo dieci minuti di nulla calcistico, l'Aprilia al 13' sveglia tutti dal torpore e passa in vantaggio con Valerio Signorello che risolve una mischia in area e di potenza anticipa tutti scagliando la palla in rete. Neanche il tempo di esultare che il San Lorenzo trova subito il gol del pareggio grazie a Camillo che da fuori area sorprende l'estremo difensore Marelli. I pontini vanno alla ricerca del nuovo vantaggio. Giurelli ci prova su punizione dalla lunghissima distanza, scelta pretenziosa del piccolo fantasista, come anche sottolineato a gran voce da mister Maccechini allo stesso giocatore. Ironia della sorte, un paio di minuti più tardi, l'arbitro assegna un altro calcio piazzato all'Aprilia ed è ancora Giurelli a calciarla: stavolta la parabola è perfetta, la palla tocca il palo ed entra; Maccechini esulta e regala un sorriso ed un simpatico buffetto sulla nuca al suo numero 10. Al 30’ i pontini non trovano la rete del tris per questione di millimetri con Carini che sfiora di un nulla il cross di Longobardi a porta praticamente sguarnita.
Secondo tempo. Nella ripresa non succede praticamente nulla, con le due difese brave a vincere quasi sempre le sfide con i rispettivi attacchi. Non succede nulla, o quasi: al 28’ l’arbitro fischia una punizione a favore del San Lorenzo, sulla palla va D’Aiello che,centralmente, dalla distanza, trova il giusto mix di potenza e precisione, e segna il gol del 2-2 sorprendendo Marelli con l’aiuto del palo interno. Nei concitati minuti finali con i romani all’attacco, l’arbitro perde il controllo della partita, cominciano a fioccare cartellini gialli ma il risultato non cambia fino al suo triplice fischio finale.