Notizie
Categorie: Altri sport

Da sabato allo Iacoboni di Rieti la final four del campionato Federleague. Gladiators Roma a caccia del record

Presente anche la formazione locale Arieti, classificatasi come miglior seconda nella regular season



I pluricampioni della GladiatorsDopo la strepitosa parentesi del raduno di Vinci (in Toscana) che ha accolto la Nazionale Senior e giovanile in un calorosissimo abbraccio, la Federazione Italiana Rugby Football League si prepara all’atto conclusivo del campionato di rugby a XIII. Le vincitrici dei tre raggruppamenti preliminari (sud, centro e nord Italia) e la migliore seconda si affronteranno sabato e domenica nella cornice dello stadio “Fulvio Iacoboni” di viale Fassini a Rieti. Presente la squadra dei padroni di casa dell’Arieti che è riuscita a qualificarsi come miglior seconda, mentre la migliore compagine del sud Italia è risultata lo Sportans Catania e quella del centro i Gladiators Roma (campioni d’Italia nelle ultime quattro edizioni del campionato italiano della Federleague). Un punto interrogativo rimane ancora sul nome della squadra proveniente dal nord Italia perché gli emiliani del Rex Albinea e i toscani dei Magnifici Firenze devono disputare la gara di ritorno nelle prossime ore. La kermesse della “Final Four” della Federleague partirà sabato alle ore 16.30 con la prima semifinale. A seguire si conoscerà anche il nome dell’altra finalista. Domenica il programma sarà il medesimo: alle 16,30 la sfida per il terzo e quarto posto e a seguire quella che assegnerà il titolo di campione d’Italia 2014. Difficile stabilire la favorita dell’evento perché le squadre del Nord sono in ogni caso di ottimo livello, la compagine di Catania è battagliera e nelle grandi occasioni sa esaltarsi, i Gladiators sono campioni in carica ma hanno perso qualche elemento importante ultimamente e poi c’è la novità dell’Arieti che può contare sull’entusiasmo tipico delle debuttanti (è il primo anno di Federleague per la compagine sabina) e sull’appoggio del tifo di casa. La Federleague sarà ovviamente presente in massa all’appuntamento con tutte le sue personalità istituzionali (a cominciare dal presidente federale David Massitti) e tecniche: a Rieti, infatti, ci sarà anche il commissario tecnico della Nazionale italiana Tyron Sterry che osserverà da vicino elementi potenzialmente utili alla causa azzurra. Non resta che accodomarsi e godersi lo spettacolo.