Notizie

Dalla Regione finanziamenti per dieci ospedali del Lazio

Investiti sette milioni di euro per mettere a norma gli impianti antincendio, ristrutturare i reparti di psichiatria e i locali dove vengono svolte le trasfusioni



Nicola ZingarettiLa Regione finanzia lavori urgenti in 10 ospedali. 7 milioni di euro per sostenere la messa a norma degli impianti antincendio, la ristrutturazione di alcuni reparti di psichiatria e i locali dove vengono svolti i servizi trasfusionali.

Ecco come verranno utilizzate le risorse. Per l’adeguamento e la messa a norma degli impianti antincendio i lavori e riguarderanno il S. Paolo di Civitavecchia, per un importo di 219mila euro, e gli ospedali riuniti di Albano e Genzano per un milione e 189mila euro. 

Per i reparti di psichiatria. La Regione mette a disposizione 3 milioni e 825mila euro per finanziare quattro interventi: di questi circa un milione per la ristrutturazione del reparto di psichiatria del Policlinico Umberto I e 986mila euro per quella dell’ospedale di Tor Vergata. 757mila euro, invece, saranno investiti per ristrutturare il reparto di psichiatria dell’ospedale di Sora. Per quello dell’ospedale De Lellis di Rieti, invece, la Regione mette a diposizione un milione e 80mila euro.

Per il riordino della rete trasfusionale la Regione investe più di 800mila euro: serviranno a completare i lavori del servizio trasfusionale del S. Camillo, con 267mila euro, del S. Maria Goretti di Latina, con 175mila euro, e dell’ospedale Belcolle di Viterbo, con  367mila euro. Lavori anche per il S. Giovanni di Roma. I lavori riguarderanno due livelli dell’edificio, in particolare i locali degli uffici amministrativi e del Dipartimento di epidemiologia. 

Per questi interventi la Regione mette a disposizione 968mila euro.“Con questo atto finanziamo lavori urgenti in 10 ospedali- è il commento del presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: voglio sottolineare che oltre il 50% della somma complessiva è destinata a dare una veste più dignitosa ai reparti psichiatrici, luoghi di grande e spesso silenziosa e drammatica sofferenza. La sanità cambia iniziando a restituire attenzione e risorse ai settori che in questi anni sono stati più trascurati”- ha detto ancora Zingaretti.