Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Davide Guida: "Vittoria importante, ma guardiamo avanti"

Il tecnico della Vjs Velletri commenta così l'ottima vittoria sul campo del Garbatella



E' soddisfatto e ne ha tutte le ragioni l'allenatore rossonero Davide Guida. Nella seconda giornata di campionato, L'esultanza della Vjs a fine partita (foto©VjsVelletri)infatti, è arrivata una preziosa vittoria, figlia del carattere e della tattica dei veliterni. Il Garbatella è una squadra con molta esperienza, e davanti annovera un bomber da venti reti a stagione come Scafati. Ma la prova della compagine rossonera - che ha saputo attaccare e soffrire nel finale - lascia spazio a tante soddisfazioni. Unico rammarico quello di non aver capitalizzato quelle tre palle gol nella ripresa che avrebbero chiuso definitivamente il match. Ecco cosa ha detto Guida ai microfoni di vjsvelletri.it:


Prima vittoria stagionale: sensazioni ?

"Sensazioni belle, molto belle, anche perchè la vittoria è stata meritata e la partita giocata molto bene e con personalità da parte nostra. E' quello che chiedo sempre ai ragazzi, in casa e fuori casa, contro una signora squadra fatta di calciatori importanti e con esperienza. Vedere la mia squadra imporre gioco e ritmo è stata una bella soddisfazione. I complimenti vanno ai ragazzi che hanno fatto una prestazione maiuscola. Abbiamo poco tempo per festeggiare, però, perchè mercoledì c'è la Coppa". 


La squadra è apparsa molto in palla nel primo tempo, un pò più in difficoltà nella ripresa: differenza tra le due frazioni?

"Primo tempo molto bene, forse li abbiamo anche un pò sorpresi. Nel secondo tempo non siamo stati in difficoltà ma abbiamo giocato con attenzione. Era ovvio che nei primi 15 minuti della ripresa le avrebbero provate tutte per pareggiare, ci siamo difesi con ordine abbassando il baricentro della squadra. Comunque sia nella seconda parte grazie agli innesti di Coco e Santarelli le occasioni più nitidi sono state nostre, quelle tre-quattro ripartenze vanno sfruttate in maniera migliore per non soffrire fino alla fine".


L'avversario è apparso molto ostico e d'esperienza: assume ancora più valore il successo? 

"Si, il Garbatella del mio amico Stefano Antonelli, direttore sportivo, che ringrazio per i complimenti che ci ha fatto, ha costruito una rosa esperta e qualitativa nei loro giocatori offensivi. Loro sono di categoria, sanno gestire i momenti e sanno lavorare sugli aspetti generali della partita. Il nostro successo fuori casa non subendo gol assume un valore importante, è fieno in cascina per la salvezza. Ma mettiamolo da parte, testa al Sabaudia". 


Come commenti l'immagine dei ragazzi che a fine gara sono andati a festeggiare con gli ultras? 

"L'immagine dei ragazzi con la nostra curva è l'emblema di questa bellissima domenica. Abbiamo la fortuna di avere la Banda Volsca che ci segue ovunque, possiamo meritare il loro rispetto con la prestazione ed il sudore, dando tutto per questa maglia. Possiamo promettere non i risultati, ma le prestazioni, perchè con quelle ci sarà alla lunga il risultato e l'annata. E' un'unione che ci deve essere, molto bella, per noi il tifo organizzato - che in questo girone in pochi hanno - deve essere il dodicesimo uomo in campo. Grazie a loro che ci seguono".


Domenica l'Alberone arriva allo Scavo con un punto in due partite. Che squadra bisognerà aspettarsi contro? 

"Prima dell'Alberone arriva la Coppa, comunque sia sono neo-promossi e conosco i giocatori di qualità che la compongono. Non si può trarre il giudizio di una squadra dopo due gare, per cui saranno arrabbiati per non essere partiti bene e si prospetta una partita molto difficile. Noi la dovremo affrontare con le nostre peculiarità, cioè fare il gioco e la partita. Abbiamo la voglia di fare la prima vittoria in casa, sul nostro campo".


L'Aurora Vodice Sabaudia, avversario di coppa, arriva nell'infrasettimanale a Velletri con alle spalle un 4-0 subìto all'esordio e una sconfitta interna rimediata alla seconda giornata: i pronostici vedono favorita la Vjs?

"L'Aurora non la conosco, ma vale lo stesso discorso dell'Alberone. Due sconfitte non contano nulla, non verranno a fare la passeggiata a Velletri e cercheranno di mettere la gara sul binario giusto. Noi siamo una squadra giovane, dobbiamo fare di ritmo e qualità di gioco le nostre caratteristiche. Nel momento in cui vogliamo fare la guerra a parole o su altri aspetti, sappiamo di non essere pronti per questo. Sappiamo che vogliamo andare avanti in Coppa, non solo partecipare ma arrivare più lontano possibile, e il primo passo è arrivare ai sedicesimi. Giochiamo la prima in casa e va fatto il primo passo vincendo".