Notizie

De Luca, che affiancherà Raggi sulla panchina dei 2001, ci parla della prossima stagione: "Obiettivo salvezza"

Programmi e sensazioni dell'allenatore in vista di un campionato dove il Certosa non vuole assolutamente sfigurare



I Giovanissimi Fascia B del Certosa militeranno nel Campionato Elite anche nella stagione 2014/15. Per la società di Via di Centocelle si prospetta quindi un altro anno a contatto con le grandi del panorama calcistico regionale, ed a guidare i ragazzi classe 2001 sarà mister Paolo Raggi, coadiuvato dal suo vice Valerio De Luca.

Image titleSensazioni ed obiettivo. Queste le aspettative proprio di Valerio De Luca a proposito di un'annata che si prospetta interessante ed impegnativa : "Le mie sensazioni per la prossima stagione non possono che essere positive, abbiamo molto lavoro da fare e ci metteremo d'impegno sin dal primo giorno. Mi sento sicuramente pronto per questa avventura e voglio dare il mio contributo". A proposito dell'obiettivo da perseguire, De Luca parla con chiarezza, di comune accordo con la società: "L'obiettivo che ci poniamo è sicuramente quello di centrare la salvezza il prima possibile. Vogliamo mantenere la categoria, e prima riusciremo a tagliare questo traguardo, meglio sarà".

L'unione fa la forza. Il giovane vice-allenatore prosegue poi facendo una panoramica delle ipotetiche problematiche che i nero-verdi potrebbero trovarsi costretti ad affrontare in corso d'opera: "Il Campionato in cui giocheremo è molto difficile. Ci sono diverse squadre di alto livello, ben organizzate, e noi vogliamo fare del nostro meglio. Gli ostacoli che ci saranno li scopriremo proprio durante la stagione e dipenderanno da noi, dal nostro cammino. Ora è presto per parlare di questo, in generale il livello è elevato, quindi i problemi saranno un'incognita. C'è da dire che questa sarà la prima stagione agonistica per i ragazzi, che vengono dalla Scuola Calcio, quindi bisogna solo lavorare sodo, perchè sarà una stagione da "tutto o niente" diciamo". Sarà inoltre necessario lavorare sulla mentalità dei ragazzi, per non far sì che sentano la pressione che il primo anno di attività agonistica potrebbe portare. "La nostra squadra - spiega De Luca - è composta da ragazzi di personalità e carattere. È normale che possano essere emozionati ed un po' sotto pressione, ma ho molta fiducia nel gruppo. So che incontreremo grandi squadre, ma sono sicuro e fiducioso che ognuno darà il massimo, a partire da noi allenatori. Per quanto mi riguarda cercherò di dare un grande aiuto al mister Paolo Raggi".

Funzione educativa. L'ultima considerazione di Valerio De Luca riguarda un aspetto molto importante, quello della funzione educativa che gli allenatori rivestono, un aspetto che viaggia parallelamente all'attività svolta sul campo di gioco: "È assolutamente vero che gli allenatori svolgono una funzione educativa nei confronti dei giovani ragazzi che vengono a giocare. Ci sono aspetti molto importanti che non vanno trascurati, soprattutto quando non si parla più di Scuola Calcio, ma l'ambiente diventa agonistico. Oltre all'educazione sportiva bisogna dare rilevanza a quella morale, ed è fondamentale insegnare ai ragazzi valori giusti e sani, affinché crescano, sportivamente e umanamente, nel modo giusto".