Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

De Min: "Lavoriamo per raggiungere il massimo risultato"

Il tecnico della Juniores Nazionale analizza il lavoro svolto durante la settimana in preparazione del match contro l'Ostiamare



Eugenio De Min  tecnico della Juniores NazionaleLa decima giornata del campionato Juniores Nazionale porta l’Aprilia di mister Eugenio De Min ad Ostia, per affrontare i bianco-viola distanti un solo punto in classifica: 16 per le rondinelle, 15 per l’Ostiamare (anche se togliendo i punti conquistati contro la Lupa Castelli Romani che non fa classifica le parti si dovrebbero invertire). La motivazione non manca di certo ai ragazzi dell’Aprilia, che hanno affrontato la preparazione di questa gara seguendo le direttive del tecnico e del preparatore atletico Andrea Cappelli: "In questa settimana mister De Min si è concentrato molto più sulla parte tecnico-tattica, ma il nostro percorso prosegue secondo i ritmi prestabiliti. Non siamo abituati a cambiare la preparazione delle gare in base all’avversario che ci troviamo ad affrontare, ogni settimana si lavora come sempre per cercare di raggiungere il massimo risultato nelle partite del sabato. Non dimentichiamo che l’obiettivo primario della nostra squadra è valorizzare i giocatori che abbiamo a disposizione, per far si che arrivino pronti al salto in prima squadra". Finora la Juniores bianco-celeste ha vinto cinque partite su nove, segno di una condizione ed una qualità di rilievo. Delle tre squadre che sono riuscite a battere i ragazzi di mister De Min, una ha in modo particolare attirato l’attenzione del “Prof” Cappelli: "Ci sono innanzitutto delle differenze strutturali tra noi ed alcune squadre. Noi abbiamo una base molto ampia di ragazzi del 1998, con qualche innesto del 1997 e, quando ci siamo trovati a giocare con squadre simili a noi, siamo sempre riusciti ad avere la meglio. Chi mi ha impressionato è stato il Trastevere: hanno fatto una partita davvero gagliarda quando sono venuti qui, dal punto di vista fisico mi sono sembrati molto pronti. La Juniores lavora in simbiosi con la Serie D, quindi la preparazione fisica di quasi tutte le squadre è fatta con un criterio da prima squadra. Mancando le quattro partite contro le squadre che ci precedono, contando anche l’Osita di sabato, posso dire che il Trastevere è la squadra che più mi ha colpito dal punto di vista della preparazione fisica".