Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Delia Bini: "Nessuna comunicazione del Futbol sulla rinuncia al torneo"

La mamma del piccolo Alessandro non manda giù il comportamento del club orange: "Dicono di aver avvertio la segreteria venti giorni fa, ma era chiusa. Potevano mandare un fax o una mail, hanno mancato di rispetto"



Delia e Claudio Bini con i capitani di Ostia Mare e Vigor Perconti © Laura Del GobboNon la manda giù. Delia Bini, madre del piccolo Alessandro e pioniera nella lotta alla sicurezza sui campi da calcio, non ci sta. La decisione, scoperta solo durante la mattinata di ieri, di non partecipare al torneo presa dal Futbol del presidente Margaritondo ha deluso e non poco l'ideatrice della prestigiosa kermesse: "E' da venti giorni che sia noi come organizzatori, che i media, pubblicano un calendario dove è presente il Futbolclub. Anche se avessero avvertito, come hanno voluto farci credere, non si erano accorti che la loro richiesta di ritiro non era arrivata a destinazione?".

Perché la diatriba nasce proprio da questo. Il Futbolclub, da parte sua, dichiara di aver comunicato la rinuncia circa tre settimane fa alla segreteria del Bini, ma Delia non accetta questa tesi: "Impossibile, la segreteria era chiusa e al Bettini ci sono ben due segretari. Nessun fax, nessuna mail: nessuno sapeva niente fino a qualche minuto prima dell'inizio del match contro l'Atletico Fidene. E' stata una mancanza di rispetto nei nostri confronti e degli avversari, che hanno anticipato il ritorno dal ritiro di un giorno per affrontare questo impegno".

La situazione del Futbolclub non è semplice, anche il Superga non verrà disputato, ma Delia Bini non la vede come una giustificazione: "Anche perché abbiamo detto no a tantissime squadre che avrebbero voluto partecipare. Se lo avessimo saputo prima avremmo potuto riempire la casella lasciata vuota e dare spazio ad un'altra società, anche perché lavoriamo un anno per questa manifestazione e trovarsi con un girone monco non fa certo piacere. Senza dimenticare che, aldilà del ricordo di Alessandro, questo è un torneo particolare, dove in primo piano vengono messi messa la sicurezza dei ragazzi e i veri valori dello sport". Un neo in questa manifestazione, un problema di comunicazione che probabilmente non sarà mai svelato.