Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

Delirio Ostiamare ai rigori! Lupa Castelli Romani ko

Dopo l'1-1 nei tempi regolamentari, firmato da Baldassi e Cappai, i biancoviola si impongono al torneo Superga dagli undici metri. Ora in semifinale c'è la Roma



LUPA CASTELLI ROMANI – OSTIAMARE 3-5 d.c.r.
MARCATORI 24'st Baldassi (L), 35'st Cappai (O)
LUPA CASTELLI ROMANI Dal Moro 6, Costalunga 5.5 (22'st Cameo 6), De Angelis 6.5, Barberi 6 (15'st Gerardo 6), Giorgi 4.5, Fisichella 6, Alvaro 6 (15'st Virzi 5.5), Scardelli 6 (20'st Briotti 5.5), Perna 6 (8'st Monti 6), Cesaroni 5.5 (20'st Ludovisi), Baldassi 7 PANCHINA Cuzzocrea ALLENATORE Angelocore
OSTIAMARE Vicchi 7, Miconi 6 (32'st Bravi 6.5), Dolor 6, Cucunato 6 (15'st Modanesi, Laudicino 6, Carrera 6.5, Marini 5.5 (15'st Belardelli 7), Maggiolini 6.5, Calicchia 6.5 (32'st Cesari), Lazzeri 5.5 (1'st Cappai 7), Mirante 5.5 (1'st Luchetti) ALLENATORE Florio
ARBITRO Baldi di Viterbo
NOTE Espulso Giorgi (L) al 30'st per condotta antisportiva Ammoniti Perna, Cameo Angoli 4-6 Rec. 5'st  
Sequenza dei rigori  Fisichella (L) gol, Belardelli (O) gol, Scardelli (L) alto, Dolor (O) gol, Virzi (L) parato, Cappai (O) gol, Ludovisi (L) gol, Luchetti (O) gol

Lupa Castelli Romani eliminata ©photosportroma.itUn primo tempo deludente, una ripresa emozionante e il passaggio del turno deciso ai calci di rigore: dopo l'1-1 negli 80' è l'Ostiamare ad imporsi dagli undici metri e a staccare il pass per la semifinale che la vedrà impegnata contro la Roma. La Lupa Castelli Romani di Angelocore saluta così il torneo Superga.

La prima emozione della partita arriva al 5' con Cesaroni che dalla trequarti avversaria prova a fare tutto da solo, si ritaglia lo spazio di campo per caricare il tiro e da fuori lascia partire un bel destro che sorvola la traversa anche se non di molto. La partita nel prima fase del primo tempo regala pochi spunti interessanti con le due squadre che stentano a scoprirsi e gli unici, pochi, brividi arrivano dai calci piazzati che comunque non impensieriscono i due portieri. Al 18' proprio su un calcio di punizione, Calicchia tenta l'eurogol ma il suo esterno destro da lontano sorvola l'incrocio dei pali. La partita è talmente soporifera che bisogna aspettare il 32' per vedere un altro tiro verso la porta. Ci prova l'Ostiamare a ravvivare il match: Maggiolini appoggia al limite per Mirante che tenta il destro da fuori area, la palla però s'impenna e termina lontano dallo specchio grosso. Non succede più nulla fino al duplice fischio di Baldi di Viterbo, che sancisce la fine di un primo tempo che sicuramente non verrà ricordato nei libri di storia del calcio laziale.

Nella ripresa la Lupa prova a svegliarsi e al 5' crea improvvisamente l'occasione più ghiotta della partita. Straordinaria azione sulla fascia di Baldassi che si beve tre avversari entra in area ma è ottima l'uscita di Vicchi che copre lo specchio, la palla s'impenna e Perna colpisce subito di testa verso la porta; il pallone sembra destinato sotto la traversa ma è strepitoso ancora l'estremo difensore biancoviola che vola con la mano di richiamo e con un miracolo tiene il risultato invariato. Gli amarantocelesti poi però prendono coraggio ma al 18' rimangono in dieci per l'espulsione con rosso diretto ai danni di Giorgi, per un calcione ai danni di Carrera. L'Ostiamare allora ricomincia a correre e prova ad assediare gli avversari. Il calcio però è strano e al 24' arriva all'improvviso il vantaggio della Lupa Castelli: l'Ostiamare gestisce male il possesso sulla trequarti, la palla arriva a Baldassi che entra in area e tutto solo metto con un bel tiro incrociato il pallone sotto la traversa: 1-0! L'assedio biancoviola aumenta, la Lupa si difende con un uomo in meno e si affida al contropiede. Gli amarantocelesti però reggono fino al 35' quando il neo entrato Cappai fa esplodere la gioia biancoviola facendosi trovare tutto solo davanti a Dal Moro e sparando il rete la palla che vale l'1-1. Paura nel recupero per Bravi che cade male dopo un brutto scontro (non punito dall'arbitro) con De Angelis, poco prima del fischio che sancisce la fine dei tempi regolamentari. Allora si va ai rigori. Dagli undici metri l'Ostiamare è perfetta: Belardelli, Dolor, Cappai e Luchetti fanno centro. Per la Lupa, Scardelli e Virzi sbagliano e permettono ai biancoviola di volare in semifinale contro la Roma.