Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Delirio Vigor Perconti, è ancora finale scudetto!

La formazione di Francesco Bellinati impatta per 1-1 in casa della Virtus Francavilla e, come nella passata stagione, giocherà l'ultimo atto per l'assegnazione del titolo italiano



Vigor Perconti: è in finale (foto ©Piccirilli)

SEMIFINALE DI RITORNO VIRTUS FRANCAVILLA – VIGOR PERCONTI 1-1  (and. 2-1)

MARCATORI 11’st Moro (VP), 33’st Misuraca (VF) 

VIRTUS FRANCAVILLA D’Urso 6, Tamborrino 5.5, Leo 5.5, Pietromica 6 (14’st Misuraca 6.5), Calò 6, Corso 6.5, Petrelli 6, Sanarica 6, Spilotro 5.5, Cantoro 5 (23’st Di Punzio 6), Bartoli 5 (12’st Galasso 6.5) PANCHINA Santoro, Basile, Pignataro, Suti ALLENATORE Renna 

VIGOR PERCONTI Pedulla 6.5, Nicolini 6.5, Pasqui 6.5, Di Paolo 6.5, Moro 7.5, Lisari 7, Cremolini 6.5 (44’st Perozzi sv), Castellini 6.5 (18’st Innocenti 6), Bonaventura 6.5, Igliozzi 7.5, Amici 7 PANCHINA Felici, D’Amone, Usai, Piacente, Sciannandrone ALLENATORE Grilli 

ARBITRO Votta di Moliterno, 6 ASSISTENTI Capolugo di Matera e Dan Campanella di Venosa 

NOTE Ammoniti Leo, Pasqui Angoli 4-6 Fuorigioco 0-1 Rec. 1’pt - 4’st


La Vigor Perconti conquista di nuovo la finale scudetto! Per il secondo anno di fila la squadra di mister Bellinati andrà a giocarsi l’ultima partita per la conquista del titolo nazionale. È bastato un pareggio per 1-1 in terra pugliese per staccare il pass per la finalissima. La squadra blaugrana ha mostrato una netta superiorità nel primo tempo, trovando la rete del vantaggio soltanto ad inizio ripresa con Moro. È stata raggiunta dal gol di Misuraca e ha sofferto un po’ nel finale di partita, ma l’importante è che abbia centrato l’obiettivo della finale a Firenze. Mancano ancora 90 minuti per far sì che la festa sia completa. Igliozzi (foto ©Del Gobbo)

Primo tempo La prima clamorosa occasione del match è per la formazione romana al 3’: Igliozzi calcia direttamente verso la porta una punizione battuta all’altezza del vertice sinistro dell’area di rigore, il portiere devia leggermente la palla che si stampa poi sul palo e viene allontanata dalla difesa. Al quarto d’ora di gioco la Vigor Perconti ha un’altra nitida occasione per portarsi in vantaggio con Lisari: dall’angolo battuto da Igliozzi Bonaventura spizza di testa e il numero 6 blaugrana, piazzato sul secondo palo, prova a ribadire in rete con il petto ma una splendida parata di D’Urso gli nega la gioia del gol. Al 23’ una grande azione di Bonaventura e Amici libera Moro per il cross ma D’Urso è bravo a deviare in angolo; dal corner seguente, su un cross invitante di Igliozzi, Bonaventura non riesce a colpire bene di testa a due passi dalla porta. Per vedere il primo tiro verso la porta blaugrana dobbiamo aspettare il 35’, quando Spilotro prova ad impensierire Pedulla, ma la sua conclusione debole e mal calibrata non crea alcun problema all’estremo difensore della Vigor. Pochi attimi più tardi ci riprova l’attaccante pugliese ma il suo tiro è smorzato dalla difesa e bloccato agilmente dal portiere. Sembra aver preso coraggio la formazione di casa, ma le occasioni pericolose create sono davvero poche e non preoccupano affatto la retroguardia avversaria. Nell’unico minuto di recupero concesso dal direttore di gara, Bonaventura non riesce ad approfittare di un clamoroso errore di Leo che l’aveva quasi messo a tu per tu con D’Urso. È un monologo della Vigor Perconti, ma all’intervallo è 0-0. 

Moro, poi la festa... Il secondo tempo sembra iniziare alla stessa maniera del primo. Un cross di Igliozzi direttamente da punizione, libera Di Paolo appostato sul secondo palo ma la deviazione a rete del difensore è imprecisa. All’11’ la Moro, decisivo (foto ©Del Gobbo)Vigor Perconti trova il gol del vantaggio: una splendida triangolazione tra Moro e Amici permette allo stesso Moro di presentarsi davanti a D’Urso e di batterlo con il sinistro in diagonale a mezza altezza. È il gol che certamente dà più sicurezza alla squadra capitolina vista la vittoria dell’andata per 2-1 e che costringe la formazione pugliese a tentare il tutto per tutto nei minuti che restano da giocare. Mister Renna opera tre sostituzioni nel giro di dieci minuti per cercare di cambiare le sorti del match e della qualificazione alla finale e sono proprio i nuovi innesti a rianimare l’orgoglio della Virtus Francavilla che sembrava col morale sotto i piedi. Al 33’ proprio con il neoentrato Misuraca, la squadra di casa riesce a pareggiare i conti al termine di una bella azione conclusa con il destro dal numero 15. Al 37’ ci riprova lo stesso attaccante direttamente da calcio di punizione ma la sua conclusione termina alta sopra la traversa. I minuti finali di partita sono pura adrenalina, con la Vigor Perconti costretta a soffrire e a difendere con le unghie questo prezioso pareggio, mentre i biancoazzurri cercano disperatamente la via giusta per segnare il secondo gol. Al 42’ Cremolini ha una buona opportunità per chiudere partita e qualificazione ma la sfrutta male calciando alto. Nell’ultimo giro di lancette dei 4’ di recupero concessi, Misuraca cerca di battere a rete con un sinistro velenoso dal limite dell’area, ma Pedulla in presa bassa spegne ogni speranza della Virtus Francavilla di riuscire a portare la partita ai rigori.