Notizie
Categorie: Nazionali - Under 15

Derby Capitale: Lazio e Roma, difese a confronto

Prima puntata del nostro speciale sulla stracittadina. Oggi scopriamo i segreti della retroguardia delle corazzate di Ruggeri e D'Andrea



La prima puntata del nostro speciale sul derby la dedichiamo alle due difese. Un reparto spesso poco pubblicizzato ma che nell'economia di una partita, e ancora di più nell'arco di un'intera stagione, segna spesso la differenza tra una squadra vincente e un semplice fuoco di paglia. D'Andrea e Ruggeri possono contare su due dei più ermetici reparti arretrati di categoria, avendo la possibilità di schierare alcuni dei migliori elementi visti all'opera nel girone.

Difese moderne C'era una volta il difensore burbero e dalle maniere piuttosto spicciole, il cui compito era quello di badare più alla sostanza che alla forma. Roma e Lazio però hanno dato un'accezione decisamente più moderna al ruolo trasformandolo in un elemento in grado sì di coprire ma, al tempo stesso, di sapersi proporre anche quando c'è da giocare il pallone. I due tecnici hanno così optato per una classica linea a quattro, due centrali che si dividono i compiti di marcatura e impostazione, e due terzini pronti ad alzarsi appena la squadra entra in possesso del pallone.

Laurenzi ©DeCesarisInterpreti Partendo dai portieri, il romanista Anatrella incarna la figura più classica dell'estremo difensore. Bravo tra i pali e padrone della propria area di rigore. Occhio però a Giuliani, titolare dello scorso anno fermato da un infortunio e che rimane decisamente in corsa per la maglia da titolare. Cirillo al contrario è più estroso, da sottolineare soprattutto la sua capacità di richiamare l'intera difesa e la predisposizione a giocare la palla con i piedi per far ripartire l'azione sin dalle retrovie. Sulle corsie esterne la Lazio conta una coppia come quella composta da Petricca e Siclari, due elementi che, fatta eccezione per l'ultima trasferta di Ascoli, hanno sino ad ora saputo alternare bene le due fasi. A differenza di D'Andrea, Ruggeri però non chiede ai suoi terzini di spingersi troppo nella trequarti avversaria. Atteggiamento ben diverso rispetto a quello degli esterni bassi giallorossi: Parodi e soprattutto Semeraro sono infatti ben più offensivi con quest'ultimo che è certamente uno dei fiori all'occhiello della campagna acquisti estiva operata dai giallorossi. Al centro ci sono poi Santese, della Roma, e Chilà della Lazio. Il primo è un centrale dal buon fisico che si distingue per la costanza e la pulizia d'intervento. Più “rude” il biancoceleste, arrivato in estate dall'Urbetevere: fa del fisico e dell'aggressività le sue armi vincenti tanto da non far assolutamente rimpiangere Dutu passato alla Fiorentina ed ex pilastro difensivo nei Giovanissimi Fascia B Elite.

Nicolò Armini, capitano dei biancocelesti ©GazzettaRegionaleDifensori atipici A spiccare nelle difese di Roma e Lazio ci sono due giocatori che stanno dimostrando di dare una sfumatura tutta nuova al ruolo del centrale difensivo. Sono Nicolò Armini e Francesco Laurenzi. Il primo, è uno di quelli che non farebbe fatica a giocare a centrocampo. La peculiarità del capitano biancoceleste è infatti quella di avere un mancino decisamente vellutato tanto che non è raro vederlo sul pallone in occasione delle punizioni dal limite dell'area. Ruggeri si affida a lui per la prima fase di impostazione con il numero tre che, in più di qualche occasione, ha saputo anche dipingere dei veri e propri assist per i compagni più avanzati. Da sottolineare anche una sua presenza in campo con gli Allievi Nazionali in un'amichevole estiva. Laurenzi è forse il difensore più eclettico. Il riccioluto centrale giallorosso fa del dinamismo e dell'anticipo le sue qualità principali a cui abbina anche un'intraprendenza non comune tra i difensori. Durante la gara è facile vederlo uscire palla al piede concedendosi, con buona pace per le coronarie di D'Andrea, addirittura qualche dribbling sugli attaccanti avversari. Al Gentili ci si prepara quindi ad accendere i riflettori su questa stracittadina con le due migliori difese del girone già pronte a darsi battaglia.

Questa sera non perderti la seconda puntata del nostro speciale in cui analizzeremo i centrocampi di Lazio e Roma.