Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Di Gennaro bussa due volte e la Boreale supera in trasferta la Fortitudo Roma

Per i padroni di casa accorcia le distanze Scarpa, ma è tutto inutile



Il ds Villi con Di Gennaro e GonnellaMARCATORI Di Gennaro 15' pt e 19' st (BO) Scarpa 37' st (FO) 

FORTITUDO C. ROMA Maggini 6, Piccolino 7, Macellari 6.5, Mellaro 7, Sardo 6, Vespa 6 (35' st Medici sv), Danti 5.5, Midulla 6, Pica 5.5 (19' st Nardulli 5.5), Scarpa 6.5, Camilleri 5.5 (19' st Verrino 6) PANCHINA Funaro, Modanesi, Lumaca, Papaleo ALLENATORE Mollicone 

BOREALE Giorgi 7, Ottorri 6 (1' st Gioia 6), Di Vincenzo 6, Gialli 7, Martino 6.5, Menna 6.5 (24' st Fia sv), Leonardi 6.5, Gonnella 6.5, Groos 6.5 (30' st Pagnottelli sv), Di Gennaro 7.5, Rizzo 6 PANCHINA Barretta, Troccoli, Ferranti, Alberghini ALLENATORE Franceschini 

ARBITRO Perri di Roma1, 6.5 

ASSISTENTI Duca di Ciampino e Ardanese di Roma 1 

NOTE Ammoniti Camilleri, Piccolino, Menna, Martino, Gonnella, Rizzo Angoli 9-0 Rec. 1' pt – 5' st.

Al Campo Ostiense la Boreale fa la voce grossa e porta a casa una vittoria utile per la classifica e ancor di più per il morale. Gli uomini di Franceschini dimostrano, nell'arco dei 90', di essere una spana sopra gli avversari e gestiscono, con qualche patema nel finale, una partita che inizia e si conclude nel segno di Di Gennaro, autore di entrambi i gol. Niente da fare per la Fortitudo. La terza sconfitta in tre gare di campionato suona come un campanello d'allarme per Mollicone e il suo staff, che devono trovare il prima possibile delle soluzioni per rimettere in carreggiata un gruppo che, nonostante tutto, ha delle ottime individualità, ma ancora tante lacune.

Primo tempo. Boreale messa meglio in campo e prima occasione sui piedi di Davide Groos, che si destreggia bene in area, ma perde l'attimo per battere a rete. Al quarto d'ora, il miglior approccio degli ospiti è premiato dal gol del vantaggio di Di Gennaro, che su lancio dalle retrovie raccoglie la spizzata di testa di Groos e sorprende Maggini con una girata da applausi, che sblocca il risultato. Al 24' la Fortitudo dà segni di vita con la botta da fuori di Mellaro, disinnescata da un attento Giorgi. Passa un minuto e la Boreale va vicina al raddoppio con Groos, che coglie la traversa da posizione defilata. I padroni di casa si scuotono e prendono campo: alla mezz'ora Camilleri e Pica si affacciano per due volte dalle parti di Giorgi, ma il portiere viola è bravo e fortunato. La Boreale colleziona offside, la Fortitudo calci d'angolo. Dopo 1' di recupero le squadre vanno a riposo, con i ragazzi di Franceschini in vantaggio.

Secondo tempo. Partono meglio i padroni di casa, che dopo appena 6' creano due palle gol con Scarpa e Mellaro. Il buon momento della Fortitudo dura fino al 19', quando Groos in contropiede mette Di Gennaro a tu per tu con Maggini, e per il numero 10 in maglia bianca è un gioco da ragazzi insaccare in rete. Sul 2-0 la Boreale riprende saldamente il controllo delle operazioni, sfiorando il tris alla mezz'ora con Gonnella. Dal canto loro, i padroni di casa ci mettono tanto cuore, accorciando le distanze al 37' con Scarpa, lesto ad approfittare di una svirgolata in area di Di Vincenzo. Ma non basta. A nulla serve il forcing finale, con Mellaro uomo-ovunque e Piccolino inesauribile motorino sulla fascia destra. Gialli e De Martino mettono in cassaforte il risultato e al triplice fischio esulta la Boreale.