Notizie

Di Mariano stende il Palermo e porta la Roma ai quarti

Capitolini due volte avanti con Vestenicky e Di Livio, ma i rosanero pareggiano prima con Bentivegna e poi con Di Maggio. Nel finale è il palermitano con la maglia giallorossa a decidere il match



PALERMO - ROMA 2-3

MARCATORI 14’ pt Vestenicky (R), 20’ pt Bentivegna (P), 21’ pt Di Livio (R), 26’ st Di Maggio (P), 39’ st Di Mariano (R)

PALERMO Alastra, Accardi (42’st 24 Edokpolor), Pirrello, Monteleone, Pezzella, Toscano, Fiordilino (40’st 17 Ferchichi), Grillo (1’st 19 Di Maggio), Palmisano (38’pt 16 Acquadro), Bentivegna, La Gumina (22’st 9 Cucchiara) PANCHINA Marson, Dalia, Scimò, Costantino, Grozdic, Punzi, Patané ALLENATORE Bosi

ROMA Faiella, Belvisi, Calabresi,  Marchizza, Anocic, Pellegrini (2’st 18 Machin), D'Urso (31’st 6 Ndoj)., Adamo, Ferri (44’st 22 Njiki), Vestenicky (24’st 16 Soleri), Di Livio (24’st  11 Di Mariano) PANCHINA Pop, Paolelli, Calì, Njikj Tchoutou , CiavattiniALLENATORE De Rossi

ARBITRO Matteo Proietti di Terni

ASSISTENTI Fabbro di Roma 2 e Santoro di Roma 1

NOTE Ammoniti Pirrello, Accardi, Belvisi, Soleri Recuperi 2’ pt, 5’ st Angoli 3-5


Francesco Di Mariano foto©GazzettaRegionaleContinua il cammino della Roma Primavera nella 67esima edizione della Viareggio Cup. I giallorossi sono riusciti ad imporsi sul Palermo al termine di un match molto combattuto, che ha visto la formazione di De Rossi trovare il gol vittoria nei minuti finali dopo essere passata in vantaggio due volte. A decidere le sorti della partita Di Mariano, palermitano di nascita e giallorosso di adozione. E’ il suo tiro a battere il portiere rosanero Alastra e a consegnare a De Rossi le chiavi per i quarti di finale, dove la Roma troverà l'Atalanta. 


Il match. La gara di Paganico sembra mettersi subito bene per i capitolini, che al quarto d’ora passano in vantaggio grazie a un colpo di testa di Vestenicky, pescato in area da Anocic. Il Palermo però non si abbatte e dopo sei minuti firma il pareggio con Bentivegna, autore di una bella azione personale culminata con un sorprendete sinistro alle spalle di Faiella. La contro risposta della Roma è immediata: un minuto e Adamo innesca Di Livio che, entrato in area, pesca l’angolo più distante. Stavolta i rosanero accusano il colpo, ma nonostante gli sforzi il risultato resta invariato, a nulla servono i tentativi di Adamo e capitan Ferri nei minuti finali del primo tempo. Nella ripresa i minuti scorrono veloci con le due squadre che lasciano pochi spazi ai agli attaccanti avversari. De Rossi cambia tutto in avanti: fuori Vestenicky e Di Livio, al loro posto entrano Soleri e Di Mariano. Dopo pochi minuti però è il risultato cambia in favore del Palermo: bel suggerimento di Bentivegna per Di Maggio che spara il pallone in porta. La squadra di De Rossi però non molla, riversandosi subito all’attacco: ci provano Ferri e Di Mariano ma entrambe le conclusioni hanno esito negativo. A cinque minuti dal termine il gol che vale l’accesso ai quarti di finale: è un gran tiro dalla distanze dell’esterno ex Lecce a superare Alastra e a porre il definitivo sigillo al risultato.