Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Dilettanti Falasche - Cori termina a reti inviolate

Due interventi prodigiosi di Remiddi regalano un punto alla formazione di Bindi



13a Giornata - 30 nov 2014
0 - 0

DIL. FALASCHE Remiddi, Vernice, Correia, Casaldi, Macciocca, Giordani (40’ st Novelli), Della Santa (12’ st Musilli), Santin, Bonomo, Farrugia, Flamini PANCHINA Prisco, Brignone, Ficuciello, Lo Raso, Perica ALLENATORE Bindi     

CORI Ristic, Scifoni, Dei Giudici, Gazzi, Antonelli, Chiarucci (28’ st Sorrentino), Girometta, Molle (1’ st Casaburi), Capasso, Triola, Funari PANCHINA Roma, Paloni, Fiori, Sardini, D’Agostino ALLENATORE D’Andrea   

NOTE Ammoniti Santin, Girometta, Casaburi, Bonomo, Musilli  

Uno scatto della garaTermina a reti inviolate una vivace ed intensa partita tra il Falasche ed il Cori. Zero gol ma non poche emozioni, comunque, dove a spiccare è stato principalmente l’operato del numero uno locale bravo in almeno due occasioni a togliere letteralmente la palla dalla rete. Cori vicino al goal al 7’: la punizione morbida di Molle pesca Funari in area, ma il colpo di testa si stampa sulla traversa. Risposta immediata del Falasche con Giordani che dal limite dell’area colpisce male. Al 12’ Santin impegna Ristic con un bel tiro a giro favorito dal vento. Gli ospiti provano a prendere in mano le redini del gioco, ma la squadra locale è brava a chiudere gli spazi lasciando non molte occasioni agli attaccanti avversari.

La seconda frazione vede il Cori aumentare la propria intensità di gioco e già in avvio Capasso ha l’occasione di testa che però non sa sfruttare. Un minuto dopo Remiddi compie il primo grande intervento volando a respingere il colpo di testa di Gazzi, poi sulla ribattuta è la difesa a sventare il pericolo. Al 58’ Funari tenta la girata in area, questa volta per il portiere è più facile. Il Falasche tiene e ci prova con qualche ripartenza. Da parte sua, il meno impegnato Ristic, si inserisce nella sfida tra portieri bloccando a terra la punizione pericolosa di Farrugia. All’80’ il secondo intervento miracoloso di Remiddi: il neo-entrato Sorrentino si libera bene in area provando da pochi passi l’esterno a giro sul palo più lontano, ma il numero locale si allunga e devia in angolo. Le ultime folate offensive non producono ulteriori azioni pericolose tali da poter sbloccare il pareggio a reti bianche che rimarrà così il risultato finale consentendo tra l’altro al Cori di confermarsi miglior difesa del girone ed agganciare il Sermoneta al terzo posto.