Notizie

Diocesi di Frascati: innovazione nel segno dell’evangelizzazione "digitale"

Si tratta di un nuovo terreno, battuto dalla Chiesa tuscolana, al fine di approfondire la Fede nell’insolita ed affascinante prospettiva della modalità streaming



Una delle immagini-simbolo dell'iniziativaNel solco del nuovo corso dato dalla Chiesa da Papa Francesco da due anni a questa parte, anche la Diocesi di Frascati esce idealmente dai suoi confini territoriali per dare il via ad una iniziativa del tutto nuova e dirompente: si tratta della promozione di un ciclo di incontri a cadenza settimanale, iniziati proprio in questo mese, che serviranno ad approfondire meglio il proprio personale percorso di Fede, a partire dalle indicazioni fornite dal Catechismo della Chiesa cattolica. Dov’è la novità? Praticamente questa: la Diocesi tuscolana, retta da Mons. Raffaello Martinelli, ha deciso di allargare la cerchia dei partecipanti ai propri incontri spirituali attraverso l’ideazione di un collegamento via streaming, che è destinato a tutti coloro che vogliono fare della Fede cristiana un qualcosa di più profondo e comprensibile, partendo da un appuntamento fisso, ogni martedi sera dalle ore 20 alle ore 21, collegandosi ad internet da casa propria. Tale modalità, decisamente innovativa in campo ecclesiale, non rinuncia però alla qualità dei contenuti: infatti, essa si completa di un percorso definito “goccia a goccia”, dove i partecipanti avranno a disposizione due-tre domande-risposte a settimana che potranno essere poste attraverso la rete. Per la partecipazione individuale occorre anzitutto collegarsi all’indirizzo web http://www.evangelizaciondigital.org/italiano/incontri-online/catechesi/ per poi compilare i campi richiesti e confermare la registrazione, che è gratuita. Successivamente, si riceverà un link personalizzato, al quale accedere 10 minuti prima di ogni sessioni, accettando le richieste del sistema. Naturalmente, di volta in volta sarà lo stesso Mons. Martinelli a prendere la parola. E si tratta in effetti di una garanzia: il presule, laureato in Pedagogia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è stato uno degli uomini di punta della Congregazione per la Dottrina della Fede. Per lui, il Benedetto XVI ha nutrito sempre forte stima al punto da visitare, come pontefice regnante, la città di Frascati il 15 luglio 2012 e definendolo “molto capace collaboratore” che “con grande silenzio e discrezione ha contribuito al Catechismo della Chiesa cattolica e al Compendio del Catechismo – nella cui prospettiva - anche la sua voce è molto presente”.