Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

DLF Civitavecchia, Onorati: "Puntiamo a migliorarci"

L'allenatore dei classe 2001: "Sono molto soddisfatto delle prestazioni della squadra al Memorial Bini"



Il tecnico del DLF Civitavecchia Simone Onorati

Il DLF Civitavecchia è una società in crescita costante, che negli ultimi anni ha conquistato anche due categorie Elite. La prima di esse è stata quella dei Giovanissimi, e l’artefice di tale successo fu Simone Onorati, che anche quest’anno allenarà tale categoria, dedicata in particolare ai ragazzi classe 2001.


Domani si conclude l’VIII Memorial Bini, dove il tuo DLF ha partecipato e ben figurato: come giudichi le prestazioni dei tuoi ragazzi?

“Era la prima volta che partecipavamo ad un torneo importante come il Bini, ci eravamo fermati al Beppe Viola. Per i ragazzi era la prima volta contro squadre d’Elite, dato che molti vengono dal livello Regionale B, e ci è servito come preparazione mentale. Abbiamo infatti approcciato al Memorial con un’idea precisa, ovvero di far giocare una squadra nel primo tempo e un’altra nel secondo: cercavamo di capire su chi puntare, di ragionare in vista del campionato e di far prendere confidenza ai ragazzi con determinate sfide”.


Avete pareggiato 2-2 contro Ladispoli e Romulea e perso con la Tor Tre Teste, dopo un primo tempo giocato alla pari. La squadra ha risposto bene, sei soddisfatto?

“Assolutamente, sono molto soddisfatto. Venivamo dal ritiro, nel cui ultimo giorno più di dieci ragazzi sono stati poco bene, quindi abbiamo affrontato il Ladispoli, una compagine già abituata all’Elite, in condizioni non ottimali ed abbiamo sfiorato la vittoria. Nella gara con la Tor Tre Teste abbiamo fatto un primo tempo importante, alla pari, e non me l’aspettavo. Quest’anno abbiamo creato un gruppo forte e vogliamo fare bene: quando affronti queste squadre e tieni botta, ricevi indicazioni incoraggianti. Infine con la Romulea siamo stati un po’ timorosi: stiamo cercando di acquistare una certa mentalità, e dopo un inizio difficile siamo usciti fuori e loro si sono dovuti difendere”.


Si può dire dunque che la mentalità giusta sta arrivando e che il DLF Civitavecchia è pronto per il campionato?

“Diciamo di si. Ho già militato in questa categoria ed ho notato che le prime partite sono le più importanti. Piano piano stiamo acquisendo la giusta mentalità: aspettiamo le prime due-tre partite per fare un primo bilancio, dovrebbero essere gare alla nostra portata. Sono squadre del nostro livello, ed è meglio iniziare la stagione così che contro le favorite”.


DLF vs Tor Tre Teste al Bini ©SimonaPiccirilliQual è l’obiettivo della squadre per questa stagione? Puntate alle posizioni di vertice?

“Noi vogliamo far meglio dello scorso anno. Siamo un gruppo di lavoro ambizioso e vogliamo far bene, abbiamo voglia di lavorare. Nella passata stagione siamo arrivati tra le prime cinque-sei formazioni e quest’anno vogliamo ripeterci con questa squadra, che a livello tecnico è superiore al precedente gruppo che avevo a disposizione, mentre caratterialmente gli manca qualcosina. Dovrò esser bravo io, con il mio staff, a far cambiare mentalità ai ragazzi: puntiamo a stare a ridosso delle prime, a dare fastidio facendo un campionato tranquillo”.


Vendendola giocare al Memorial Bini, la tua è sembrata una squadra che accorcia molto sugli avversari, che pressa ed è reattiva. Saranno queste le prerogative principali del DLF Civitavecchia?

“Personalmente mi piace che la mia squadra attacchi la palla ed aggredisca l’avversario quando è in fase di possesso. Voglio una squadra aggressiva, corta, veloce a ripartire ed abbastanza moderna: preferisco giocare in avanti piuttosto che in orizzontale. Questa sarà la nostra caratteristica”.


Sei un allenatore giovane: quali sono invece le tue di caratteristiche?

“Ho ancora molto da imparare, ma anche tanta voglia di lavorare. Mi piace lavorare tanto in settimana, curare molto i dettagli in allenamento. Devo migliorare nella lettura della partita, è un mio limite, ma amo dare motivazioni la domenica prima del match. C’è tempo per migliorare, con il mio staff siamo giovani e volenterosi”.


Il DLF Civitavecchia è un club in ascesa, che vanta già due categorie in Elite: il tuo parere sulla crescita della società?

“Sono già cinque-sei anni che sono al DLF, prima ero al Civitavecchia Calcio. Ho vissuto tutta la crescita di questa società negli ultimi tre-quattro anni. Allenavo la squadra dei Giovanissimi Regionali due anni fa, abbiamo vinto il campionato ed è stata la prima nostra categoria d’Elite. E’una società che si sta migliorando, composta da gente giovane e che non scende a compromessi con nessuno, pensando solo a lavorare. Penso che l’obiettivo generale sia mantenere le due categorie d’Elite ed acquisirne altre: siamo una realtà importante, in una bacino piccolo rispetto ad altre zone, ma ci difendiamo benissimo”.