Notizie
Categorie: Altri sport

Domani c'è il derby: alle 19:30 al Foro Italico la Roma Vis Nova riceve la Lazio

I due tecnici, Ciocchetti e Formiconi, ed i due capitani, Innocenzi e Vittorioso, illustrano la stracittadina



Uno scatto dal derby di Coppa ItaliaTorna il derby in A1. Domani al Foro Italico secondo faccia a faccia stagionale tra Roma Vis Nova e Lazio Nuoto, dopo la vittoria dei biancocelesti ottenuta nel primo turno di Coppa Italia questa estate nel centro federale di Ostia, con i biancocelesti che vinsero per 13-6. Coppa Italia dalla quale la formazione di Formiconi è uscita pochi giorni fa nella seconda fase, dopo aver affrontato Recco, Savona e Sport Management.


Qui Lazio Pierluigi Formiconi attende la gara di domani senza nascondersi: “La Lazio è sempre stata la prima realtà di pallanuoto della capitale e per le altre squadre di Roma giocare contro di noi rappresenta uno stimolo in più, avremo parte del tifo contro, ma è bello così, queste sfide mi divertono, del resto io sono come i cinesi che dicono se fai un lavoro che ti piace non è un lavoro – sorride il mister biancoceleste che aggiunge - Ciocchetti è stato con me in passato e lo conosco bene, è un bravo tecnico, preparato, spesso ci alleniamo con loro e questo può essere uno svantaggio, proveremo a sorprenderli in qualche modo. Loro hanno diversi elementi buoni. Il fattore campo? Anche se ci abbiamo giocato una vita, quella del Foro è una piscina particolare, stretta e dove si tocca da una parte. Sarà importante la determinazione, non dobbiamo sbagliare l’approccio, siamo migliorati, abbiamo fatto una buona Coppa Italia. Andremo a disputare la nostra partita sperando di prendere i 3 punti, questa è una di quelle gare che dobbiamo e Formiconivogliamo vincere”


Qui Roma Vis Nova Tra le fila dei giallorossi sorride il tecnico Ciocchetti per il rientro di Innocenzi dalla Russia, dov'era per studiare Cristiano Ciocchetti “E’ il nostro playmaker– apre il coach giallorosso –un giocatore che detta i tempi, che sa prendere le redini del gioco e gestire ogni momento di una partita. Vitola e Banovac hanno dato ampie garanzie facendo molto bene in questi due mesi per cercare di sopperire alla sua assenza, il ritorno di Claudio alzerà ancora di più il valore di questo gruppo”. Il tecnico giallorosso, relatore d’eccezione lo scorso weekend al convegno FIN di Ostia insieme ai cittì azzurri Campagna e Conti, parla della sfida di domani “Una delle partite chiave di questa stagione, come tutti i derby aperta ad ogni risultato. Vincere per noi sarebbe importante, ci permetterebbe di fare un ulteriore balzo in avanti in classifica, staccarli nuovamente di 6 punti e tenere a distanza le altre dirette concorrenti per la salvezza. La Lazio è una buona squadra, tecnicamente forse un gradino superiore a noi, con giocatori di grande qualità ed esperienza come Calcaterra, Vittorioso, Leporale e altri elementi che militano da molti anni in serie A1. Ma la Roma CioochettiVis Nova si farà valere, siamo carichi. Abbiamo lavorato bene in questi giorni preparando la partita sotto ogni punto di vista: siamo pronti ad attaccare tutte le loro difese, a difenderci in diverse maniere, non ci tireremo certo indietro. Con la concentrazione alta e la giusta tensione diremo la nostra. Formiconi? Un allenatore che mi ha insegnato molto, ma ho imparato molto anche da altri”.


I due capitani Innocenzi (Roma Vis Nova) L’ esperienza all’estero ha arricchito molto il mio percorso di studi – apre Innocenzi –ora sono pronto per rituffarmi nel campionato. Ho ritrovato un gruppo cresciuto molto sotto ogni profilo e per domani siamo fiduciosi: la Lazio non attraversa un momento felice ma un derby si sa che è una storia a sé, sarà una partita aperta. Le mie condizioni? In Russia ho svolto dei programmi di mantenimento sia in piscina che in palestra, con l’aiuto in remoto del nostro preparatore Alessandro Amato, riuscendo ad allenarmi 5 giorni a settimana: dalle sensazioni che ho percepito tornando ad allenarmi coi compagni credo di non essere troppo indietro, presto tornerò al 100%”. Vittorioso Vittorioso (Foto Napolitano)(Lazio)“Nel derby i valori in vasca si azzerano, conta soprattutto l’aspetto emotivo, per questo dovremo restare tranquilli, penso che in queste partite sia la cosa fondamentale. Loro hanno magari giocatori con meno esperienza in A1, ma conta poco perché il Vis Nova ha vinto le gare che doveva vincere dimostrando di aver superato alla grande l’impatto con la massima serie– dichiara alla vigilia il numero 8 laziale pronto a mettere temporaneamente da parte i rapporti personali –Le amicizie sono importanti ma nel momento in cui si entra in vasca non si guarda in faccia a nessuno. Giocare al Foro fa sempre piacere, tutti noi ci abbiamo giocato una vita, bisogna sempre dare il massimo ma ancora di più contro le squadre in cui si ha militato. Non è come il calcio, però sicuramente la rivalità cittadina si sente, è sana, ma c’è”.