Notizie
Categorie: Nazionali - Under 15

Domani Roma - Lazio: sarà un derby per cuori forti

I giallorossi di Muzzi, già alle finali, potrebbero fare lo sgambetto ai biancocelesti: Siviglia sa che a Trigoria la sconfitta getterebbe i suoi in un baratro pericolosissimo



Sebastiano Siviglia ©GazzettaRegionaleGiornata vera, giornata da gustare, di quelle con la stanghetta delle emozioni che tende al massimo e che, con tutta probabilità, sarà decisiva e inciderà forte sui destini delle nostre squadre. Se da una parte c'è Latina – Frosinone, dall'altra c'è Roma – Lazio. Sarà gran partita a Trigoria tra emozioni diverse ed incrociate con i giallorossi già sicuri del primo posto e delle finali. Tutta altra storia per i biancocelesti di Sebastiano Siviglia: per gli ultimi due posti utili (escluso il possibile ripescaggio come miglior quarta) rimasti lì in alto è però lotta vera. Il passo falso degli aquilotti la scorsa settimana contro il Pescara è pesato come un macigno, in un momento della stagione in cui anche un punto ne vale praticamente come cinque. Il Latina sfruttando il suo momento magico, ha approfittato dello stop dei capitolini e si è presa il secondo posto regalando al Girone F un finale di campionato da thriller. Ogni passo può essere giusto o sbagliato, senza vie di mezzo. In mezzo alla lotta, ecco però la Roma: padrona indiscussa del girone, scudetto sul petto e pronta a tenerselo ben cucito. Che la Lazio chieda un “favore”, strizzando l'occhio, ai cugini è quanto di più impossibile, anzi: in nome della rivalità, potrebbe essere per i romanisti un'occasione per fare un brutto scherzetto a Siviglia & Co. Con una vittoria giallorossa infatti, i biancocelesti rischierebbero veramente di mettersi ancor di più in cattiva acque: il Latina potrebbe allungare, il Frosinone avvicinarsi e la Ternana addirittura sorpassarla in caso di vittoria contro il Teramo.

Roberto Muzzi ©GazzettaRegionaleIn campo. I giallorossi arrivano alla stracittadina al massimo della forma: nessuno squalificato, nessun infortunato. Solo bomber Antonelli è in dubbio ma alla fine dovrebbe esserci. Lì davanti Muzzi ha comunque l’imbarazzo della scelta con De Angelis, D’Orazio e Del Signore pronti ad illuminare il Di Bartolomei. Nota di merito anche per Sdaigui che nell’ultimo periodo è stata veramente l’uomo in più per i giallorossi, elegante centrocampista tuttofare con il vizio del gol, in pazzesca crescita da settembre fino ad oggi. È la Lazio però che è chiamate a fare la partita, obbligatoriamente. Sarà importante la velocità e la pesantezza offensiva per tenere il pallone più vicino possibile alla porta giallorossa: bomber Saraceno dovrà alzare la voce tra le maglie giallorosse, Frattesi subito dietro di lui dovrà accendere la luce. Il giocatore chiave a sorpresa (ma neanche troppo) dell’incontro potrebbe però essere Pellacani: il terzino sinistro è una delle punte di diamante della formazione di Siviglia, bravo sia in fase di spinta che in quelle difensiva. Le sue sovrapposizioni e il suo mancino potrebbe mettere in difficoltà in giallorossi ma la sua abilità potrebbe anche mandare in sofferenza i forti esterni giallorossi.

Alla fine dei conti, alla Lazio serve la partita perfetta, la Roma vorrà continuare la sua marcia trionfale in vista delle finali. Non rimane che dare la parola al campo... e mettetevi comodi perché ci sarà da divertirsi.