Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Don Bosco Nuovo Salario, bilancio per il settore di base

Il direttore Sportivo del club, Giovanni Flore: "Vogliamo avere entro due stagioni tutte le categorie dell'agonismo"



I bambini del settore di base del Don BoscoGennaio è tempo di bilanci non solo per il calcio che conta. Anche le scuole calcio tirano le somme della prima parte della stagione, in attesa di riprendere a giocare il prossimo 14 febbraio. Fa lo stesso il Don Bosco Nuovo Salario che stende il suo resoconto rispetto a un autunno 2014 più che soddisfacente. A farlo con noi il direttore sportivo Giovanni Flore, al Don Bosco da inizio stagione ma entusiasta come se fosse un veterano della realtà sportiva del Nuovo Salario. Flore ci racconta come, il periodo autunnale appena trascorso, abbia visto i diversi gruppi impegnati contro realtà più blasonate del Don Bosco e non per questo venir meno a buoni risultati tecnici e comportamentali, raggiunti e ottenuti sempre col giusto atteggiamento. Il Don Bosco quest'anno ha raggiunto le 150 iscrizioni per la scuola calcio e le 110 per l'agonismo, nel quale militano i giovanissimi classe 2001, gli allievi sempre seconda fascia e la juniores, fino alla prima squadra iscritta in terza categoria. Un buon girone di andata anche per loro dove, nel campionato provinciale, si punta a chiudere dignitosamente senza illusioni o false speranze. A riguardo Flore esprime il suo desiderio di riuscire, entro due stagioni, ad avere tutte le categorie dell'agonismo, come è stato in passato, così da garantire ai più piccoli un seguito nel loro percorso sportivo. La scuola calcio infatti resta il fiore all'occhiello del Don Bosco. L'educazione allo sport, al gioco di squadra restano il principale obiettivo di questa realtà. La scuola calcio, come ci racconta il direttore sportivo, quest'anno  è riuscita a costituire due squadre per i piccoli amici e due per i pulcini classe 2005. E proprio i piccoli amici, bambini di 8 anni, hanno dato le maggiori soddisfazioni. Nella giornata dedicata, secondo regolamento, ai giochi, i pulcini del Don Bosco hanno gareggiato con altre tre importanti società romane: l'Accademia Calcio, la Spes Montesacro, la Guardia di Finanza. “Durante queste prove- sottolinea Flore- abbiamo toccato con mano l'esistenza di un buon humus all'interno della scuola calcio. Qualità e capacità- prosegue il ds- che starà a noi saper coltivare.ˮ L'obiettivo per i più piccoli in questo 2015 sarà quello di aumentare le attività dei diversi gruppi con le partecipazioni ai vari tornei che, ogni anno, vedono il Don Bosco impegnato in prima linea. Fiore all'occhiello per la realtà sportiva del nuovo Salario sarà il "Don Bastianini", torneo al quale la società rossoblù tiene particolarmente perché intitolato a uno dei più attivi parroci avuti dal Don Bosco. Il "Don Bastianini", come gli altri tornei, saranno parte integrante nella preparazione alla prossima stagione, per la realizzazione di quell'obiettivo di completamento che è giusto porsi. La prossima stagione infatti, si arriverebbe ad avere già completo il gruppo dei giovanissimi con entrambe le categorie, con gli attuali esordienti 2002 a ricoprire il gruppo dei giovanissimi fascia b. Traguardi importanti che ogni società sportiva che si rispetti deve porsi. Ed è giusto che anche il Don Bosco, storica realtà capitolina, faccia lo stesso. L'entusiasmo e la competenza di Flore e del suo staff siamo certi porteranno il Don Bosco, nel giro di pochi anni, a avere grandi risultati umani e calcistici.