Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Dopo i fatti di ieri, Paolo Forte di dimette dalla Forte Colleferro con una lettera di scuse

All'indomani del match contro lo Sporting La Rustica, il tecnico lepino fa un passo indietro e lascia la panchina del PalaRomboli



Paolo ForteQuesta volta il risultato del campo passa in secondo piano. Al termine della gara tra Forte Colleferro e Sporting La Rustica ci sono stati dei momenti di tensione verbale. Momenti in cui è stato coinvolto anche il tecnico lepino Paolo Forte che, all'indomani della gara, ha deciso di dimettersi dal ruolo di allenatore della Forte Colleferro e di scusarsi per il suo comportamento. Scuse. indirizzate ad avversari, suoi giocatori e tutti gli appassionati di futsal, inviate attraverso una lettera aperta che pubblichiamo.


"Cari Amici della Forte Colleferro,   

all’indomani di una delle giornate più brutte della mia ormai lunga carriera di allenatore, voglio condividere con tutti voi la mia decisione, dolorosa ma inevitabile, di lasciare la panchina della squadra. Ieri ho commesso un gesto del quale mi vergogno e del quale voglio chiedere scusa a tutti. Al termine della gara, durante una discussione con il Direttore di gara e con un giocatore della squadra avversaria, mi sono gettato in terra simulando un contatto che, in realtà, non è mai avvenuto. Le motivazioni del gesto possono essere tante: la tensione, il voler proteggere i miei ragazzi che stavano subendo una vera e propria aggressione fisica, la rabbia verso una direzione di gara inadeguata e che rischiava di far degenerare in rissa quella che doveva essere solo una partita di futsal. Ma per quanto possano essere molte le motivazioni, non possono comunque rappresentare una giustificazione. Questo progetto è nato sugli ideali di correttezza, di rispetto, di amore per lo sport. E quello che io ho commesso esce da tutti questi principi dei quali, sino ad oggi, sono stato l’alfiere e il promotore. E come pretendo dagli altri il rispetto delle regole e dei principi, io stesso devo essere il primo a dare l’esempio e ad essere il punto di riferimento morale ed etico dei ragazzi, molti dei quali giovanissimi, che si avvicinano allo sport in modo sano e leale. Le stesse scuse le porgo al giocatore dello Sporting,  Marco Salvatori, alla Società Sporting La Rustica, al Sig. Daniele Di Sotto, arbitro della gara, ai miei giocatori, agli spettatori presenti e a tutti gli appassionati di Futsal di Colleferro e non solo. Per questo motivo, dopo una notte insonne, ho preso la decisione di autosospendermi con decorrenza immediata da allenatore della prima squadra. Ho un gruppo di ragazzi che hanno intrapreso questa avventura credendo in me, ho degli amici che mi hanno seguito e che si sono messi a disposizione con entusiasmo di questo meraviglioso progetto, ho due figli che giocano a Futsal. Per mantenere il loro rispetto è necessario che dimostri in prima persona, che lo sport va vissuto con lealtà e rispetto per le regole e per le persone che lo praticano e che vi assistono. In questo momento sento di dover riconquistare quella considerazione, quel rispetto appunto e quella stima che, da sempre, sono stati alla base della mia vita personale, professionale e sportiva. E per far questo, le parole non devono e non possono bastare. Servono i fatti. Nelle prossime ore valuteremo, insieme allo Staff, le soluzioni tecniche per continuare a garantire alla squadra le condizioni tecniche, sportive e morali in grado di assicurare continuità al nostro progetto sportivo.


Vi saluto tutti con grande affetto e con un caloroso abbraccio.

Paolo Forte"