Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Dopo Nohman, la Lupa Castelli Romani si regala anche Christian Massella per il reparto avanzato

L'attaccante scuola Ostia Mare nella scorsa stagione ha vestito la maglia dell’Anziolavinio, realizzando 12 reti in 25 partite



Christian Massella (foto © francesco cenci)

Dopo aver annunciato l’accordo con l’ariete Daniele Nohman, la Lupa rinforza ulteriormente il suo reparto offensivo mettendo a disposizione di mister Gagliarducci un altro pezzo da novanta. Si tratta di Christian Massella, attaccante scuola Ostiamare che nella scorsa stagione ha vestito la maglia dell’Anziolavinio, realizzando 12 reti in 25 partite. Al termine dell’ottimo campionato disputato, Massella ha suscitato gli interessi di molte squadre di categoria, ricevendo diverse offerte importanti, ma non ha avuto dubbi scegliendo di sposare il progetto del presidente Virzi. “Quella appena conclusa è stata un’ottima annata”, commenta l’attaccante ex Anzio, “e mi fa piacere che diverse società si siano interessate a me. Ho scelto la Lupa perché credo che questo sia un progetto importante: il presidente e il direttore generale Rosato mi hanno fatto fin da subito un’ottima impressione, e i giocatori che al momento fanno parte della rosa sono una garanzia. Oltre ad Emanuele Mancini, con il quale ho vissuto l’esperienza di Fidene, ho avuto modo in passato di giocare anche con Gagliarducci, alla Lupa Frascati, e so bene che non ama assolutamente perdere. Di recente, poi, ho conosciuto Matteo De Gol e siamo immediatamente diventati amici, quindi sono certo che non avrò problemi ad integrarmi!”.

Dopo gli esordi in serie D con la maglia dell’Ostiamare, Massella ha avuto l’opportunità di toccare con mano il “calcio vero”, passando giovanissimo alla Primavera del Bari e realizzando 15 gol in un anno con la formazione allenata da Tavarilli. “Sicuramente quella a Bari ho fatto un’esperienza importante, anche perché ero veramente giovane ed ho avuto la possibilità di avvicinarmi al professionismo. Le cose sono andate diversamente, è vero, ma non ho assolutamente abbandonato la speranza di raggiungerlo. Non ho mai giocato in Lega Pro, ma ho appena 24 anni e sono convinto che un buon campionato di serie D potrebbe essere per me una buona vetrina. L’obiettivo, ovviamente, è quello di raggiungerla con la Lupa, ed è anche per questo motivo che darò il massimo partita dopo partita”.

Archiviata l’esperienza al Bari, l’attaccante lidense ha vissuto una parentesi al Guidonia ed un’ottima stagione con la Lupa Frascati, per poi passare al Fidene, dove ha messo in mostra tutte le sue qualità di bomber. Poi, il trasferimento al Bellinzona, nella serie B svizzera, per una stagione che ha sicuramente fatto maturare Christian: “Quando Bifulco mi chiamò per dirmi che l’allenatore del Bellinzona aveva avuto modo di seguirmi e mi voleva con lui, non ci ho pensato due volte: avevo voglia di cambiare aria e l’idea di andare a giocare in serie B mi stimolava parecchio. Sicuramente è stata un’esperienza che mi ha fatto crescere, anche perché mi sono trovato a contatto con un modo di vivere completamente diverso da quello al quale ero abituato. Roma, però, è sempre Roma, quindi eccomi qui”.

Seconda punta classica, che ama svariare sul fronte d’attacco e giocare a sostegno di un attaccante “puro”, Massella ben si adatta anche al ruolo di prima punta, grazie alle sue innate doti da rapace dell’area di rigore. “Nasco come seconda punta, ma in diverse situazioni mi sono trovato a giocare al centro dell’attacco, sia con mister Chiappara che ancor prima nel settore giovanile dell’Ostiamare. Sicuramente sono un giocatore molto mobile, e non so stare fermo in mezzo all’area di rigore… Sarà il mister a decidere quale sarà la mia posizione in campo, io non potrò fare altro che dare il massimo per rendermi utile alle esigenze della squadra. Per il momento, posso solo dire di essere veramente felice della scelta che ho fatto”.

La felicità di Massella, però, oggi non deriva solo dalle sue fortunate vicende sportive. Il ragazzo, infatti, a breve sposerà la fidanzata Micol Olivieri, attrice de I Cesaroni, e presto diventerà papà. Facile, quindi, ipotizzare a chi sarà dedicato il suo primo gol stagionale… “Sicuramente ogni mio successo sarà per loro, anche perché il fatto che presto sarò marito e padre mi spinge a voler dare ancora di più, responsabilizzandomi anche a livello personale. Detto ciò, sono convinto che la Lupa abbia tutte le carte in regola per ottenerne parecchi, di successi, quindi non vedo l’ora di iniziare!”