Notizie

Doppio sciopero il prossimo 27 luglio: sindacati confermano, il Garante frena

Un’autentica paralisi potrebbe profilarsi per il trasporto pubblico all’inizio della prossima settimana. L’autorità garante intanto scrive al Prefetto, per tentare in extremis un disinnesco della mobilitazione



Image titleL’incubo trasporto pubblico sembra non avere fine per la città di Roma: la posta in gioco sembra alzarsi ogni giorno che passa. L’ultima in ordine di tempo riguarda la possibilità certa di un doppio sciopero, che si avrà lunedi' 27 luglio. 

I dettagli della protesta. L’agitazione, proclamata dall’Ugl e da Orsa tra i lavoratori dell'Atac, andrà a riguardare l’intero arco delle ventiquattr’ore giornaliere, pur garantendo le fasce di garanzia consuete, iniziando dalle 8,30 e proseguendo fino alle 17,00 per poi proseguire dalle 20,00 fino al termine del sevizio. Tutti i mezzi risulteranno coinvolti, da autobus, filobus, tram, metropolitane fino alle ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Nord. Non si salverebbero nemmeno le autobus-navetta sostitutive MA1 e MA2, che dalle 21,30 vanno a sostituire le corse della metro A; lo stop, inoltre andrebbe ad estendersi ulteriormente nella notte tra lunedi' e martedi', coinvolgendo il servizio autobus notturno. Sembrerebbe finita qui, ma la ciliegina sulla torta arriva dai sindacati Confederali, Ugl e Faisa Cisal che per la stessa giornata hanno  proclamato uno sciopero di quattro ore all'interno di Roma Tpl, il consorzio che gestisce le circa cento linee di autobus che prestano servizio in citta'. La protesta, dalle 8,30 alle 12,30, si ripercuoterà sulle linee C1, C19, 08, 011, 013, 013D, 017, 018, 022, 023, 024, 025, 027, 028, 030, 031, 032, 035, 036, 037, 039, 040, 041, 042, 042P, 044 048, 049, 050, 051, 053, 054, 055, 056, 059, 066, 078, 086, 088, 135, 146, 213, 218, 226, 235, 314, 339, 340, 343, 344, 349, 404, 437, 441, 444, 445, 447, 502, 503, 505, 543, 546, 548, 552, 557, 657, 660, 663, 665, 701, 701L, 702, 703L, 710, 711, 720, 721, 763, 764, 767, 771, 775, 777, 778, 787, 789, 808, 889, 892, 907, 908, 912, 914, 982, 985, 992, 993, 998 e 999. Rimarrebbe così immune e regolare, il servizio autobus della Cotral e delle linee facenti capo a Ferrovie dello Stato. 

L’intervento del Garante. E’ di oggi invece il pronunciamento dell’autorità di Garanzia che ha chiesto al Prefetto di precettare lo sciopero di lunedi prossimo, a causa degli eccessi delle ultime settimane: ritardi e disagi, disservizi e rallentamenti a partire dalla giornata del 1 luglio hanno letteralmente prostrato l’utenza ed i numerosissimi turisti in transito nella Capitale e dunque Il Prefetto adesso potrebbe firmare un'ordinanza in grado di rimettere tutto in discussione. A quanto si apprende dal comunicato della Commissione di garanzia "Le astensioni programmate per la giornata del 27 luglio 2015 determinerebbero, pertanto, la reale possibilità di un ulteriore pregiudizio grave ed imminente alla 'tutela della libertà di circolazione' degli utenti del Trasporto Pubblico Locale del Comune di Roma Capitale, già fortemente provati dal cattivo funzionamento del servizio e dalle disfunzioni sopra richiamate”. La comunicazione infine conclude che “Il Garante ha, pertanto, invitato il Prefetto a valutare la sussistenza delle condizioni per l'adozione di un provvedimento ai sensi dell'articolo 8, comma 1, della legge n. 146 del 1990, e successive modificazioni".